Bcc Marche: Premio di Risultato e C.I.R.

Su nostra richiesta, si è tenuto oggi, presso la nuova sede della Federazione, un incontro.
L’incontro è avvenuto allo scadere dei canonici 90 giorni – tecnicamente detti “tempo di raffreddamento” – trascorsi dalla data di presentazione della piattaforma del C. I. R.
Nell’incontro abbiamo chiesto la disponibilità delle Bcc a concludere un Accordo a stralcio finalizzato alla corresponsione del Premio di Risultato, secondo quanto previsto dal CCNL del 21.12.2012 (che, Vi ricordiamo, prevede già la decurtazione, dal montante, del 40% degli accantonamenti per credito anomalo “voce 130”) e l’inizio della trattativa sul rinnovo del C. I. R..
La Federazione si è dimostrata d’accordo su questa proposta solo nel caso in cui avessimo accettato un consistente ridimensionamento del Premio.
Secondo le Aziende l’abbattimento del Premio sarebbe giustificato dall’attuale situazione economica delle Bcc (semestrali).
La proposta della Federazione è stata giudicata irricevibile atteso che la formula di calcolo del Premio è già stata rivista pesantemente al ribasso, come detto, nel CCNL del 21/12/2012.
Non riteniamo condivisibile la proposta della Federazione fondata sul presupposto che la causa del credito anomalo sia da addossare esclusivamente ai Lavoratori.
Nei prossimi giorni verranno indette le Assemblee per confrontarci con i Colleghi.
Ancona, 8 novembre 2013
BCCMarche081113