NBM: prosegue la trattativa sugli esuberi

Le OO.SS. aziendali, insieme ai rappresentati delle rispettive segreterie nazionali,  hanno incontrato, in data 14 e 15 marzo 2017, la delegazione aziendale, per l’avvio del confronto in relazione alla procedura ex artt. 17,20,21 del vigente CCNL, avviata dalla Banca con comunicazione del 01/03/2017.

L’Azienda, alla presenza di osservatori della potenziale banca acquirente, ha motivato l’avvio della procedura a seguito del peggioramento di una serie di indicatori economici e patrimoniali.

La stessa ha ipotizzato il ricorso ai seguenti strumenti:

  • Utilizzo del cosiddetto Fondo esuberi per 270 unità;
  • Apertura ad ulteriori concessione di part time;
  • Ricorso a 14 giornate di solidarietà per dipendente, da distribuirsi in tre anni.
  • Interventi su straordinario, ferie, festività soppresse e banca ore

Le OO.SS. hanno ribadito che i lavoratori hanno già sopportato consistenti sacrifici, anche di natura economica, durante la lunga fase di commissariamento e risoluzione dell’Azienda; in forza di ciò respingono l’impostazione aziendale ed evidenziano che la procedura si rende necessaria soltanto per l’utilizzo delle risorse messe a disposizione dal Fondo di Risoluzione a titolo di oneri di ristrutturazione.

Gli incontri con l’azienda proseguiranno sin dalla prossima settimana; in tale sede le OO.SS. ribadiranno la necessità di confrontarsi preventivamente su tutti gli argomenti a tutela dei lavoratori.

Jesi, lì 17 Marzo 2017

Le OO.SS.LL. del Gruppo Nuova Banca delle Marche