Licenziamento e recidiva

Articolo ad integrazione della nostra guida alle responsabilità disciplinari e patrimoniali:

Secondo una “leggenda metropolitana” che ha una qualche diffusione, un lavoratore può essere licenziato soltanto al termine di una sequenza di sanzioni disciplinari, per effetto della recidiva.

In realtà, l’imprenditore può licenziare un lavoratore per giusta causa o giustificato motivo anche dopo una carriera assolutamente irreprensibile: è sufficiente un unico episodio di particolare gravità, tale da far venire meno il vincolo fiduciario e tale da giustificare il licenziamento.

Ciò non toglie che si possa giungere al licenziamento per effetto della recidiva dopo una sequenza di sanzioni disciplinari conservative, ma in realtà si tratta di un’ipotesi meno frequente rispetto a quella che abbiamo appena descritta.

_______________________________

Alberto Massaia e Corinna Mangogna