Lazio – Alte Professionalità e Quadri Direttivi

agg. 23.03.2017      

foto 1

Già nei comuni italiani dell’età prerinascimentale il garzone di bottega poteva “fare carriera”: da apprendista a mastro, e se gli andava bene diventava capomastro.

Oggi sarebbe definita una carriera “professionale”, caratterizzata dall’identificazione con una specifica attività o specializzazione e dal progressivo affinamento delle proprie competenze specialistiche.

Continua a leggere, apri file allegato : dipartimento alte professionalità