Dichiarazione precompilata 2018: da correggere gli alimenti speciali detraibili

fonte: www.fiscoetasse.com

Alimenti a fini medici speciali: detraibili dal 2017 ma non presenti nella dichiarazione dei redditi precompilata 2018.

Il decreto fiscale 148/2017 collegato alla Legge di stabilità 2018 ha previsto per gli anni 2017- 2018 la possibilità di detrarre tra le spese mediche gli alimenti “speciali” acquistati ai fini medici, con l’esclusione di quelli destinati ai lattanti. In particolare, sono detraibili al 19% le spese sostenute dal 1 gennaio 2017 per l’acquisto di alimenti ai fini medici speciali compresi nella sezione A1 del Registro di cui all’articolo 7 del DM Sanità dell’8 giugno 2001, che sono quelli riferiti a malattie metaboliche congenite o disturbi del metabolismo.

Il MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze) non ha ancora aggiornato le specifiche tecniche per la trasmissione al Sistema della Tessera sanitaria di tali dati. Si ricorda che il termine per l’invio delle comunicazione dei dati delle spese mediche sostenute nel 2017, è scaduto ieri 31 gennaio 2018 (tranne per i veterinari il cui termine è il 28 febbraio 2018) e le farmacie non sono in grado di comunicare tali oneri all’Agenzia delle Entrate.

Pertanto tutti i contribuenti che hanno sostenuto tali oneri devono correggere la dichiarazione precompilata 730/2018 o RedditiPF 2018. Il cittadino ha infatti diritto alla detrazione anche se la voce non risulterà tra gli oneri detraibili.