Gruppo Crédit Agricole Italia: semestrale Cariparma

1 - Fabi 2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca

SEMESTRALE DT PARMA

Lo scorso 16 marzo si è svolta la Semestrale relativa alla DT Parma, richiesta dalle scriventi OO.SS., che si è aperta con la presentazione dei dati commerciali della struttura da parte del Responsabile della stessa, Marco Dell’Otti. L’introduzione ha evidenziato come il 2017 sia stato un anno positivo per la DT, con crescita di masse e clienti, e che si sta lavorando per migliorare le criticità emerse, come l’IRC.

A tal proposito, abbiamo ribadito l’importanza di una riconsiderazione del tema da parte dell’azienda, visto il peso che l’indice ha rivestito all’interno del sistema incentivante, la non controllabilità da parte della Rete dello stesso e il prolungato “buio“ informativo che non ha permesso di conoscerne per tempo l’evoluzione. È stata inoltre sottolineata la perdurante carenza di organici, che comporta notevoli criticità a livello di carichi e ritmi di lavoro, con correlato innalzamento dei rischi operativi, anche alla luce di una normativa di riferimento (interna ed esterna) sempre più stringente.

Il presidio quotidiano delle filiali, messo in difficoltà perfino da situazioni ordinarie come la partecipazione a corsi e riunioni, comporta sempre maggiori acrobazie gestionali, e visto il panorama complessivo è stato richiesto che l’organico della DT venga rimpinguato tramite un adeguato numero di assunzioni, la cui necessità è resa evidente anche dalla mole di straordinari mensili, e la sostituzione delle lunghe assenze.

Riguardo il prossimo periodo estivo, che vedrà diversi colleghi impegnati nel supporto alla migrazione informatica e procedurale delle banche del progetto Fellini, è stata richiesta la sostituzione degli stessi, anche al fine di garantire un’adeguata fruizione delle ferie da parte dei colleghi e prevenire forzature “fai da te” in sede di predisposizione dei piani ferie. La delegazione aziendale ha risposto che è in corso di perfezionamento un piano di assunzioni, con ricorso prevalente a contratti di somministrazione, atto ad ovviare alla situazione sopra esposta.

Un accento particolare è stato posto sulla formazione, la cui fruizione, sia quella, prioritaria, in aula che quella on line, è fondamentale per garantire una crescita complessiva della qualità del servizio. A breve partirà il progetto pilota relativo all’accordo sull’Easy Learning, ma in attesa dell’approdo del progetto ad una dimensione strutturale le OO.SS. hanno richiesto alla DT, ottenendo un riscontro positivo, di sostenere la corretta fruizione di corsi obbligatori, come quello sulla trasparenza, mettendo a disposizione dei colleghi “ambienti protetti” (altra filiale rispetto a quella di assegnazione, o locali della DT) dove ci possa concentrare esclusivamente sui contenuti del corso.

“Eccessiva frequenza ed inutili ripetizioni” continuano a caratterizzare gran parte della richiesta di reportistica sui dati commerciali, riguardo la quale sono stati sollecitati comportamenti in linea con l’accordo siglato all’interno del Gruppo. La delegazione aziendale ha prospettato un nuovo intervento sulla materia atto a riportare nei binari di quanto sottoscritto la comunicazione in tema di politiche commerciali, anticipando anche l’adozione in tempi brevi di una nuova e più completa procedura informatica di monitoraggio centralizzato dei dati che, secondo quanto dichiarato, dovrebbe togliere ogni tipo di alibi a richieste frenetiche del venduto.

Passando ai Poli Affari, le OO.SS. hanno rimarcato che la conformazione attuale rende estremamente arduo il raggiungimento di quanto richiesto dall’azienda, ovvero l’offerta di un servizio di qualità unito al presidio delle strutture ed all’adempimento dell’operatività. Di qui la richiesta dell’inserimento della figura dell’Assistente, sulla quale la delegazione aziendale ha affermato siano in corso valutazioni. Infine, sul tema Salute e Sicurezza le OO.SS. hanno sollecitato la dismissione da parte aziendale di toner per le stampanti inidonei all’utilizzo e l’installazione, nelle filiali attualmente dotate di un’unica porta scorrevole, di una seconda porta atta a preservare la temperatura interna dei locali.

Parma, 19 marzo 2018

RSA PARMA
FABI – FIRST – FISAC – UILCA