Molestie sui luoghi di lavoro

In allegato, l’intervento esecutivo al Drettivo Nazionale del 7 giugno 2018, concentrato sul tema delle molestie.

Un’indagine Istat ha stimato che, nel biennio 2015/2016, circa 1 milione 400 mila donne hanno subito molestie fisiche o ricatti sessuali sul posto di lavoro, da parte di un collega o del datore di lavoro.

Con riferimento ai soli ricatti sessuali sui luoghi di lavoro, si stima che, nel corso della vita, circa 1 milione 170 mila donne, ne sono state vittime, in fase di assunzione, per mantenere il posto di lavoro o per ottenere una progressione di carriera.

Nella quasi totalità dei casi, l’autore è un uomo e, con rifermento a tutti i tipi di ricatti sessuali sul lavoro, circa uno su 3 viene ripetuto con cadenza giornaliera o, comunque, più volte a settimana.

In ambito impiegatizio, le professioni maggiormente colpite sono quelle intellettuali, scientifiche e di elevata specializzazione, dirigenti, impiegati, professioni qualificate nelle attività commerciali e nei servizi, quindi, si può presumere che il nostro settore non ne sia esente.