Gruppo Unipol: verifica accordo pas

2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 8 - Fna 9 - Snfia 7 - Unisin

Ieri si è svolto l’incontro sindacale di verifica dell’Accordo Pas sottoscritto tra le Parti in data 5/04/18. Le tematiche affrontate sono state:

–  PICCHI DI ATTIVITÀ: la verifica relativa alla gestione dei picchi di attività, a causa di problematiche di ordine tecnico, anziché nel mese in corso, verrà effettuata entro settembre quando cesserà il rapporto con l’attuale fornitore esterno. Abbiamo ribadito la necessità di mantenere fede alla soluzione transitoria prevista.

–  Part Time Verticale: in questa prima fase hanno aderito 5 lavoratori che nei prossimi mesi partiranno con la sperimentazione della nuova articolazione oraria, auspicando possa vedere un crescente interesse tra i colleghi. In Unisalute analoga soluzione ha portato non solo buoni risultati in termini produttivi ma soprattutto il beneficio di conciliare tempi di vita e lavoro, beneficiando di 4 giorni liberi alla settimana per gestire la famiglia e le proprie esigenze personali.

–  Lavoro supplementare/straordinario: registrate disponibilità fino al 18% fino al mese di giugno con un drastico calo percentuale negli ultimi sabati. Dovremo verificare con maggiore attenzione quale sia la modalità di gestione dell’istituto da parte dell’Azienda per evitare che la richiesta di maggior lavoro si concentri esclusivamente in giornate e\o orari che rendano non sostenibile il lavoro in più da effettuare.

–  FERIE: abbiamo sensibilizzato l’Azienda ad essere più flessibile nel concedere ferie giornaliere anche per impreviste esigenze del lavoratore.

–  EQUILIBRIO ATTIVITÀ: in particolar modo per il Servizio Clienti, abbiamo evidenziato ancora una volta come sia inaccettabile che il lavoratore durante lo svolgimento dell’attività di back office debba essere ripetutamente interrotto per attivarsi al telefono a causa delle numerose code che si creano per incapacità Aziendale nell’organizzare l’attività lavorativa giornaliera. Ricordiamo che in base agli istituti contrattuali presenti nel Gruppo, deve essere tenuto conto di un’alternanza e di un equilibrio percentuale tra attività telefoniche e non telefoniche, svolte in modo omogeneo e continuativo. CONFERME CONTRATTO E ASSUNZIONI: verranno confermati a tempo indeterminato la quasi totalità dei colleghi attualmente assunti con contratto a termine, ad eccezione di alcune proroghe al 31\12\18, nonché attuata l’assunzione a tempo determinato di oltre la metà dei colleghi interinali in scadenza di contratto.

Su quanto sopra, abbiamo espresso giudizio positivo richiedendo di procedere quanto prima alla conferma di tutti i contratti ancora in sospeso. L’occupazione

stabile dev’essere la primaria risorsa a cui attingere, piuttosto che ricorrere a “scorciatoie” che nel medio\lungo periodo determinano squilibri, aumento dei costi e peggioramento del servizio.

–  Pega: il rilascio a regime del nuovo applicativo subirà notevoli ritardi nell’ordine di quasi un anno rispetto alle previsioni. I malfunzionamenti informatici continueranno quindi ad impattare negativamente sull’operatività quotidiana, la cui responsabilità non potrà essere certamente ricondotta ai dipendenti.

–  Turni fissi: attualmente 55 lavoratori usufruiscono del turno fisso in base a quanto previsto dal CIA di Gruppo e Accordo Pas. Occorre trovare ulteriori soluzioni orarie tali da permettere la migliore possibilità di conciliare tempi vita\lavoro per il maggior numero possibile di colleghi.

–  LAVORI RISTRUTTURAZIONE SEDE: a partire dall’autunno 2018 verranno attuati una serie di interventi di ristrutturazione dell’intera Sede con potenziale conclusione entro l’inizio del 2020. Pertanto alcuni uffici\strutture verranno temporaneamente spostati in altri locali limitrofi (con tutta probabilità: via Carlo Alberto e uffici presenti in corso Vittorio): sarà nostra cura, unitamente ai Rappresentanti Lavoratori per la Sicurezza, verificare e monitorare il piano dei lavori e degli spostamenti, al fine di evitare disagi per tutti i dipendenti coinvolti. Sempre nell’incontro abbiamo sottolineato nuovamente le problematiche legate all’organizzazione del lavoro che continua ad essere complessivamente inadeguata, così come poco trasparente il Planning che in maniera non uniforme non garantisce una coerente e corretta alternanza tra i turni (es.: turni pomeridiani prevalenti; turno mattina successivo a smonto notte). Inoltre abbiamo ribadito si debbano creare opportunità professionali gestite tramite Job Posting riservati ai lavoratori del Call Center, sia interni a Pas sia rivolti ad opportunità lavorative con sede a Torino.

–  Infine, su nostra evidenza, per far fronte alle criticità riscontrate al Servizio Clienti\Team Assistenza sinistri, l’Azienda ha convenuto l’inserimento di due risorse attualmente presenti nel Ramo 18 al fine di utilizzare le competenze acquisite nella precedente esperienza lavorativa, come previsto dagli Accordi. Come sindacato abbiamo accolto positivamente l’iniziativa, anche se riteniamo ancora insufficiente il numero di risorse individuate per risolvere tale criticità. L’incontro si è svolto in un clima positivo ma si è trattato soltanto di un primo momento di verifica che lascia ancora in sospeso le difficoltà strutturali che a partire dal mese di settembre dovremo affrontare tutti insieme, con il pieno coinvolgimento dei lavoratori dando massimo supporto al Sindacato. Nel frattempo invitiamo tutti a contattarci per qualsiasi tematica si ritenesse utile approfondire o segnalare.

Rappresentanza Sindacale Pas: First CISL – Fisac CGIL – Uilca UIL

Rappresentanza Sindacale di Gruppo: First CISL – Fisac CGIL – FNA – SNFIA – Uilca UIL