Veneto: Banco BPM & pressioni commerciali…ci risiamo!

Testa_depressa_nella_pressa

Quanti appuntamenti hai fissato?
Quante Bozze di Proposta Consulenza hai preparato ?
Quanto pensi di inserire di oggi?
Mi dai nomi ed NDG degli appuntamenti?
Basterebbe che chi domanda si rileggesse la mail che ha chiesto la sera prima al collega!!
A queste richieste, tutte rigorosamente in forma verbale, si affiancano riunioni propedeutiche all’ottimizzazione
dell’attività commerciale, ma che di fatto si trasformano nell’ennesimo tentativo di esercitare pressioni
commerciali.
Quindi non resta che dire: ci risiamo !!
Non è cambiato nulla, nonostante le recenti disposizioni provenienti dai massimi vertici aziendali.
Si, perché il 28 Giugno scorso, il condirettore generale, dr De Angelis, ha inviato a tutti una lettera in cui
illustrava i comportamenti da tenersi nell’attività commerciale del Gruppo.
Probabilmente in 3 Aree Affari veronesi questa lettera non e’ arrivata o peggio e’ stata cestinata, visto che
ci giungono da parte di colleghe e colleghi, numerose segnalazioni di tali comportamenti.
Ci chiediamo se questi metodi, univoci in tutte le 3 Aree Affari, possano nascere da un lavoro di gruppo di
qualche Responsabile Commerciale della Direzione Territoriale veronese in coordinamento con i vari
Responsabili e Coordinatori di segmento di Area Affari.
Più di una volta il Sindacato ha segnalato questo tipo di problemi ai vertici aziendali e per un po’ la situazione si
è tranquillizzata.
Noi siamo convinti che, visti anche i numerosi cambiamenti che questo Gruppo sta affrontando, tutti dobbiamo
impegnarci a svolgere le nostre mansioni con attenzione, dedizione e soprattutto serenità .
Purtroppo determinati ruoli invece di favorire le azioni commerciali collaborando e fornendo supporto alle
filiali, continuano ad operare con vecchi metodi vessatori che creano solo malcontento e insofferenza, non
aiutando di certo il clima aziendale.
Riteniamo inoltre che non rispettare le direttive dei vertici aziendali da parte di qualcuno sia un fatto grave che
crea solo confusione tra colleghe e colleghi e sicuramente non aiuta questo Gruppo a raggiungere gli obiettivi
che si è proposto.
Pertanto ci domandiamo se questi “personaggi” siano al posto giusto e siano veramente utili all’Azienda;
forse un cambio di mansione sarebbe meglio per tutti, Azienda compresa.
Da parte nostra non ci stancheremo mai di denunciare queste situazioni, e non solo con comunicati sindacali .
Auspichiamo che con il protocollo di comportamento inerente le Politiche Commerciali, che come
Organizzazioni Sindacali si sta discutendo con la Direzione del Banco Bpm, si possano definitivamente
risolvere questi problemi.
Verona, 13 Settembre 2018
RSA Fisac Cgil Banco Bpm – Vr

scarica volantino