Prospettive future di Anpal Servizi e delle risorse umane coinvolte

COMUNICATO

Oggi, 24 ottobre 2018, si è tenuto presso il Ministero del Lavoro l’incontro da noi fortemente sollecitato dalle OO.SS. per affrontare le tematiche inerenti le prospettive future di Anpal Servizi e delle risorse umane coinvolte.

Hanno partecipato alla riunione il Capo di Gabinetto del Ministro, Vito Cozzoli, il Vice Capo Gabinetto, Fabia D’Andrea, il Capo Ufficio Stampa del Ministro, Luigi Falco, e il Responsabile della Segreteria Tecnica del Ministro, Giovanni Capizzuto.

L’Avv. Cozzoli, rispondendo puntualmente alla piattaforma condivisa al tavolo odierno dalle OO.SS, ha affermato che Anpal ed Anpal Servizi costituiscono risorse preziose in termini di competenze e capacità professionali per assicurare l’ottimale funzionalità del sistema delle politiche attive del lavoro ed ha asserito che la nota di aggiornamento al DEF contiene già appostamenti finanziamenti importanti, destinati al rilancio del sistema complessivo.

In tale ottica, è interesse primario del Ministero non disperdere ma piuttosto valorizzare il ruolo di Anpal e Anpal Servizi, all’interno di un nuovo modello di organizzazione e gestione delle politiche del lavoro.

L’obiettivo dichiarato dai rappresentanti del Ministero è procedere ad una riforma complessiva delle politiche attive del lavoro, in linea con il riordino normativo in atto, che vedrà Anpal Servizi tra gli attori principali, quale nodo strategico e di raccordo fra Governo, Anpal e Regioni.

Nel prendere atto di queste dichiarazioni, abbiamo le scriventi OO.SS. hanno ribadito la necessità di risposte concrete ed urgenti in merito ai punti declinati nella richiesta urgente di incontro.

Nell’ambito della rappresentazione dell’intera comunità professionale, è stato fornito un quadro complessivo rispetto all’attuale dimensionamento dell’organico e alle diverse problematiche di tutto il personale e di tutti gli ambiti di azione della Società.

• Finanziamento annuale per Anpal Servizi da rendere strutturale come per altre agenzie ed enti pubblici. Le OO.SS. hanno richiesto che la dotazione annuale per Anpal Servizi divenga strutturale come per le altre agenzie/enti pubblici ed eventualmente maggiorata in funzione del quadro di potenziamento del personale previsto. Rispetto a tale richiesta ci è stato riferito che saranno effettuati degli approfondimenti.

• Rimodulazione del Piano operativo 2017-2020, in particolare per ciò che riguarda le priorità strategiche del servizio PAL nell’attuazione delle politiche attive del lavoro. A tal proposito, è stata ribadita la necessità di trovare una convergenza tra il Piano operativo oggi in essere e gli indirizzi strategici più generali, che saranno sviluppati dal Dicastero. Si è rappresentata l’azione complessiva e gli ambiti di competenza maturati dalla società, in anni di progetti di politica attiva, nell’assistenza fornita a tutti i livelli istituzionali e ai diversi attori della rete dei servizi per le politiche attive.

• Stabilizzazione dei tempi determinati e dei collaboratori, con richiesta di uno stanziamento nella prossima Legge di Bilancio di risorse dedicate per avviare finalmente il percorso di assunzioni a tempo indeterminato. Il Ministero ha assunto l’impegno di promuovere un’iniziativa governativa finalizzata ad individuare possibili appostamenti a valere già nella prossima legge di bilancio.

• Scadenze contrattuali del personale a tempo determinato: si è sottolineato l’avvicinarsi della fine del periodo transitorio per cui Il Ministero ha dichiarato che, in linea con il dettato del “Decreto dignità”, individuerà tutte le soluzioni utili a garantire la continuità occupazionale, anche in deroga alla contrattazione aziendale.

• Piano di sviluppo per i dipendenti di Anpal Servizi: è stato chiarito che il piano di sviluppo retributivo per i dipendenti a tempo indeterminato avverrà nell’ambito del quadro riorganizzativo aziendale funzionale alla riforma delle PAL di cui Anpal Servizi sarà protagonista.

Riteniamo l’incontro di oggi un primo passo importante per avviare un dialogo costruttivo. Il tavolo di confronto, su richiesta delle scriventi, prevedrà appuntamenti periodici di verifica e monitoraggio sui prossimi sviluppi e per condividere le possibili soluzioni alle questioni poste e misureremo naturalmente la capacità del Ministero di fornire risposte reali ai bisogni di valorizzazione delle risorse professionali, sostegno economico e funzionalità dell’azienda.

Il primo passaggio fondamentale è la soluzione della questione delle proroghe dei CTD entro il 31ottobre.

É convocata un’assemblea dei lavoratori per il 30 ottobre 2018 dalle ore 11.00 alle ore 13.00, presso la Sala Biagi.

RSA
FISAC-CGIL     FIRST-CISL     NIDIL-CGIL     FELSA-CISL

scarica il comunicato originale