Axa: accordo sul Fondo Pensione Dipendenti

2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 8 - Fna 9 - Snfia 6 - Uilca

Il giorno 14 novembre 2018 in MILANO, si sono incontrati la Direzione HR e le RSA del Gruppo AXA Italia per il quarto incontro sulle polizze del Fondo Pensione Dipendenti Gruppo AXA.

Dopo ampia discussione, si è raggiunto un accordo che sarà trasferito in un apposito verbale redatto dalle Parti nella loro qualità di Fonti Istitutive della previdenza complementare.

L’accordo prevede:

1) Un’unica polizza atta a ricevere i contributi degli aderenti del Fondo Pensione Dipendenti Gruppo AXA e del Fondo Interaziendale dei Dipendenti e dei Dirigenti di AXA MPS a far data dal 1 gennaio 2019. La polizza, a capitalizzazione, continuerà ad investire le risorse nella gestione separata “GESTIRIV 1” e avrà una garanzia di rendimento minimo del 2,5%.

2) L’ufficio investimenti del Gruppo AXA confermerà agli organi statutari del Fondo che gli investimenti verranno effettuati in maniera tale che i rendimenti attesi nel prossimo triennio si attesteranno sul 3,60%

3) Le polizze per le quali l’azienda ha manifestato l’intenzione di disdetta resteranno in vigore e saranno “congelate” con i montanti al 31/12/2018 alle attuali condizioni (tasso tecnico 4%).

4) Agli aderenti delle suddette polizze di età anagrafica pari o superiore a 45 anni e dipendenti dalle compagnie del Gruppo AXA Italia e da Axa Corporate Solutions o collocati nel Fondo di Solidarietà, sarà riconosciuto il 1 gennaio 2019 un versamento “una tantum” in conto welfare di € 300 per l’area professionale B e di € 400 per l’area professionale A del CCNL. Il limite di età, di fronte alla ferma indisponibilità dell’azienda a riconoscere le compensazioni per tutti, è stato fissato a 20 anni prima dell’età pensionabile considerata convenzionalmente a 65 anni.

Milano 16 novembre 2018 RSA GRUPPO AXA ITALIA.