Banca del Fucino: incontro con i vertici di Igea Banca

INCONTRO DEL 10 GENNAIO CON VERTICI IGEA BANCA

Care Lavoratrici, cari Lavoratori,
il 10 gennaio scorso abbiamo svolto un incontro, da noi richiesto, con i vertici di Igea Banca, nelle persone del Presidente, Dr. Mauro Masi e del Direore Generale, Dr.Francesco Maiolini.

Nel corso dell’incontro, abbiamo avuto conferma dell’intenzione di Igea e dei suoi Soci di rilanciare la nostra banca, in sinergia con le loro risorse. L’importante impegno finanziario che s’intende profondere è legato alle potenzialità che potrebbe avere la nuova entà nascente dalla fusione dei due istu e si conserverà la denominazione di “Banca del Fucino”, visto il forte radicamento del brand sul territorio.
Quanto alla questione che ci sta più a cuore, cioè la tutela dell’occupazione per tutti i dipendenti della Banca del Fucino, abbiamo avuto conferma dal Dr. Masi e dal Dr.Maiolini della totale assenza di tensioni in tal senso. Al fine di dare enfasi all’operazione di rilancio, si è ventilata l’ipotesi di aprire una nuova filiale della Banca del Fucino in una zona centrale di Roma, come segnale forte del nuovo corso.
Tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio dovrebbero iniziare gli adempimenti formali propedeuci all’aumento di capitale; quest’ultimo è necessario ai fini dell’istanza di autorizzazione della BCE. Nel frattempo la platea dei soggetti intenzionati a partecipare all’operazione potrebbe aumentare.

Resta ovviamente di fondamentale importanza l’intervento della SGA per i crediti deteriorati, mentre per quanto concerne il Fondo Interbancario ancora non si è proceduto ad una richiesta ufficiale di intervento, al fine di valutare prevenvamente la disponibilità di nuovi soggetti. Il Dottor Masi ed il Dottor Maiolini ci hanno rappresentato l’intenzione di intensificare i contatti fra le due banche, allo scopo di conoscere la realtà Banca del Fucino dall’interno e di stilare le linee d’azione comune per il futuro.
In questi giorni saranno creati dieci cantieri che vedranno impegnati dipendenti del Fucino insieme ad un referente di Igea per ciascuno di essi.

Le nostre Organizzazioni sindacali hanno ribadito la piena disponibilità di tutti noi lavoratori e lavoratrici per contribuire al buon esito dell’operazione di aggregazione, ricordando come già essi abbiano dato ampiamente prova di abnegazione e professionalità nel periodo travagliato che da due anni samo affrontando e nonostante i danni crea dalla famiglia Torlonia e l’assenza di direve da parte del management.

Abbiamo altresì evidenziato l’urgenza di affrontare alcune problemache, quali le difficoltà di lavorazione delle prache da girare a SGA, dovute alla scarsità numerica del personale adibito alla bisogna (quesone a nostro avviso grave, in quanto investe una fase cruciale per le sor aziendali), nonché le condizioni ormai croniche delle
Filiali, completamente abbandonate a se stesse, a seguito dell’infausta riorganizzazione messa in ao circa due anni fa. Soltanto grazie all’inesauribile volontà dei lavoratori si è riusci a limitare al minimo le conseguen fuoriuscite di clientela.

Tuo ciò premesso, non vogliamo abbandonarci a facili entusiasmi; certo è che, ricordando da dove siamo par, con lo spero del commissariamento, o, peggio, della liquidazione coaa, passando per l’ipotesi di finire in mano ad un fondo speculavo (a cui purtroppo alcuni irresponsabili guardavano con benevolo interesse), poter connuare a svolgere l’avità bancaria con nuove premesse è un approdo che ci senamo di salutare con un certo sollievo.
Siamo soddisfa di aver sin qui svolto un ruolo determinante, cosa peraltro riconosciuta anche dai rappresentanti di Igea Banca, nell’esercitare tutte le pressioni possibili presso gli Organi Istuzionali che hanno avuto parte in questa vicenda. Ciò non toglie che manterremo sempre un’elevata soglia di aenzione sui temi lega alle condizioni lavorave di tu noi, perché questo rimane il nostro ruolo.

Vogliamo infine ringraziare tu i Lavoratori e le Lavoratrici per la fiducia ed il sostegno che ci stanno offrendo nei rappor con tutti gli interlocutori di questa vicenda.

Un caro saluto.

C.A.C. Fisac Cgil – R.S.A. UILca
Banca del Fucino S.p.A.