Donne, verso l’otto marzo

Care amiche e care compagne, ma anche cari compagni e cari amici,

vorremmo far si che il prossimo 8 marzo, Giornata Internazionale della Donna, sia davvero un momento speciale, contrastando il tentativo di molti di ridurla solo ad un’occasione di festa, folclore e consumismo. Come sapete, il dibattito politico e sociale degli ultimi mesi è stato caratterizzato dal tentativo di rimettere in discussione anche le conquiste e i diritti che le donne hanno con fatica e determinazione raggiunto nel corso di decenni. Anni questi segnati da femminicidi, atti di violenza, molestie e discriminazioni di ogni tipo.

Il tutto in una stagione politica, sociale e sindacale complessa, dove il nostro Paese sembra aver smarrito principi e valori e, comunque, stenta a trovare una prospettiva di sviluppo e di benessere vasto e diffuso.
Le donne devono far sentire forte la loro voce. Diamo quindi valore alle tante iniziative che metteremo in atto in ogni contesto di lavoro e di vita, delle quali sono protagoniste le nostre iscritte, le lavoratrici e le pensionate, le delegate, le giovani donne e le cittadine.

La nostra mobilitazione sarà tanto più forte ed efficace se sarà di donne e uomini e caratterizzata dallo spirito unitario.
A livello nazionale abbiamo deciso di realizzare una grande assemblea unitaria da tenersi nell’Aula Magna del Policlinico Umberto I di Roma, un luogo del lavoro e di lavori, soprattutto al femminile. Ascolteremo esperienze di delegate sindacali dei diversi contesti per riflettere insieme sulla contrattazione di genere, vera risposta e spinta al cambiamento, con i contributi delle dirigenti confederali UIL e CGIL, Ivana Veronese e Susanna Camusso, e le conclusioni della Segretaria Generale CISL Annamaria Furlan.

Stiamo definendo le modalità organizzative e sarà nostra cura segnalarle per tempo. Vi invieremo inoltre un manifesto dedicato, che potrà essere utilizzato come sfondo anche per le iniziative unitarie locali.
Siamo ancora tutte e tutti impegnati per la grande mobilitazione di sabato prossimo, dove le donne di CGIL CISL e UIL saranno presenti anche con un proprio striscione, ma già dalla prossima settimana contiamo di coordinare le diverse iniziative territoriali e l’iniziativa nazionale dell’8 marzo.

Nella storia e nell’orgoglio del Sindacato confederale questa è e resta una giornata di riflessione, di impegno e protagonismo delle donne.

CGIL – Susanna Camusso

CISL – Giorgio Graziani

UIL – Ivana Veronese