Firenze rischia -12% di Pil 2020 e 25mila disoccupati

da Toscana24 – Per effetto della crisi innescata dalla pandemia e dal lockdown il Pil della Città metropolitana di Firenze potrebbe scendere del 12% nel 2020, con conseguente aumento del tasso di disoccupazione sino all’8%, dovuto in particolare proprio al crollo dell’industria turistica, e dunque una perdita stimabile fra i 20mila e i 25mila posti di lavoro. E’ quanto afferma uno studio Lab Fisac Cgil presentato oggi, secondo cui il territorio fiorentino è uscito bene dalla precedente crisi, ma paga duramente il prezzo della crisi attuale, che colpisce soprattutto export e turismo – autentico traino dell’economia dell’area.

«Le previsioni per il 2021 ci dicono che una ripresa ci sarà, ma sarà parziale e a macchia di leopardo”, afferma lo studio. Nel lockdown, in provincia di Firenze il dato dell’incremento della Cig è uno dei più alti d’Italia: +2223,7% di ore autorizzate tra aprile 2020 e la media di aprile 2009-2014. Sempre nel lockdown, i depositi a Firenze tra marzo e aprile sono cresciuti di 804 milioni di euro, mentre l’incremento procapite dei depositi tra marzo e aprile è salito da 692 milioni del 2018 a 795 quest’anno. Sono 23.855 le operazioni coi fondi del Dl liquidità che tramite le banche hanno finanziato le imprese, per un importo di circa 1,8 miliardi.

La Cgil punta il dito contro «un’illusione di perpetua autosufficienza dell’area urbana basata sul binomio turismo di massa e produzione orientata all’esportazione di beni» coltivata in questi ultimi anni, e invoca ora «un nuovo modello di sviluppo, più sostenibile». Le priorità indicate dal sindacato sono rilancio della sanità territoriale, housing sociale, un turismo più collegato alla fruibilità culturale, sviluppo delle infrastrutture materiali ed immateriali: e con l’ente Città metropolitana di Firenze «vogliamo capire – affermano Cgil e Fisac-Cgil – come i fondi europei possano essere un veicolo per una ripresa del territorio, e quale ruolo riesca a svolgere il settore finanziario privato nel garantire un rilancio degli investimenti privati».

Servizio di Toscana Lavoro:

Rassegna:

Controradio

Gonews

Slides

Intervento di Yuri Domenici:


 

Guarda il video integrale dell’evento: