Si è tenuto oggi a Lamezia Terme il Direttivo e Attivo dei Quadri Sindacali calabresi. Ai lavori hanno partecipato il Segretario Regionale Cgil Angelo Sposato e il Segretario Generale Fisac Cgil Nino Baseotto.

Il primo incontro in presenza per la nostra categoria, con un rigido rispetto delle misure di sicurezza,  ha visto una vasta partecipazione di compagne e compagni. È stato affrontato il tema indicato dal Segretario Generale Gennaro Patera, “La Calabria senza credito”,  con gli interventi dei coordinatori regionali dei diversi gruppi bancari, assicurativi, esattoriali e del Credito Cooperativo.

Tanti i punti in comune: il mancato supporto alle piccole e medie imprese, la desertificazione bancaria, la chiusura degli sportelli, che hanno portato alla mancata di tutela dei diritti e della dignità dei lavoratori del settore. Nel suo intervento il Segretario Generale della CGIL Calabria Angelo Sposato,  dopo essersi complimentato per gli interessanti spunti, ha sottolineato le difficoltà  della società Fincalabra, che opera nella regione con competenza e professionalità ma non riesce a garantire ai lavoratori le loro spettanze.

Dopo aver ringraziato il Segretario Generale Gennaro Patera per la relazione e cogliendo gli spunti giunti dai tanti interventi, il Segretario Generale Nino Baseotto, ha affrontato i temi economici e sociali della regione, soffermandosi in particolare sulla difficile situazione che sta attraversano tutto il mezzogiorno. Ha inoltre sottolineato l’importanza di ottenere un accordo quadro di settore per la corretta gestione dello Smart Working, di cui, in questo periodo, si è fatto uso smodato snaturandone la ratio. Servono regole a tutela e rispetto delle lavoratrici e lavoratori che mantengano le interazioni interpersonali proprie del lavorare assieme. Infine, in questo quadro generale, sarà importante rilanciare il ruolo degli RLS.