Agenzia delle Entrate-Riscossione: nuove misure per far fronte al ritorno dell’emergenza da Covid-19

Nella serata odierna le Segreterie Nazionali hanno incontrato in modalità conference – call il Responsabile delle risorse umane dell’Ente, dott. Massimo Pinzarrone, alla luce delle richieste già avanzate dalle scriventi Organizzazioni Sindacali durante l’incontro svoltosi lo scorso venerdì 16 ottobre e dell’ulteriore proroga della sospensione delle attività dell’Ente prevista dal D.L. 20 ottobre 2020 n.129.

Le nostre richieste, ulteriormente rafforzate, hanno riguardato la totale messa in sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori, attraverso lo svolgimento in Smart working di tutte le attività compatibili e la contemporanea riduzione, al massimo possibile, della presenza delle lavoratrici e dei lavoratori la cui attività non può essere svolta da remoto, ribadendo la necessità che sia garantita la rotazione tra attività in presenza e modalità agile.

Abbiamo inoltre nuovamente sollecitato la richiesta di accoglimento delle istanze amministrative eventualmente non ancora accolte che riguardano i genitori dei figli minori di 14 anni e i colleghi la cui distanza tra residenza e sede di lavoro è superiore a 50 chilometri.

Abbiamo infine ribadito l’importanza che l’Ente dia disposizioni chiare e omogenee su tutto il territorio ed in tutte le strutture organizzative per evitare comportamenti non in linea con le determinazioni assunte e concordate, compresa la possibilità per i responsabili di lavorare anche in modalità agile.

Il dottor Massimo Pinzarrone ha condiviso la necessità di adottare misure efficaci per garantire la massima sicurezza delle lavoratrici ed i lavoratori dell’Ente ed ha assicurato che oltre alle riprogrammazioni già effettuate, saranno date ulteriori disposizioni per ripianificare le attività con l’obiettivo di ridurre il lavoro in presenza al minimo essenziale necessario per garantire l’efficienza del servizio. Nel frattempo prosegue l’attività comunicativa dell’Ente, attraverso i mass media, per sensibilizzare i contribuenti circa i sistemi di accesso ai nostri servizi alternativi allo sportello.

Il Rappresentante dell’Ente ha accolto la richiesta formulata nel corso dell’incontro di venerdì’ scorso relativa ai permessi retribuiti da riconoscere ai colleghi per lo svolgimento degli accertamenti sanitari propri, o dei figli minorenni, disposti dall’autorità sanitaria competente per il Covid-19.

Vi informiamo infine che l’incontro previsto per venerdì 23 ottobre, con all’ordine del giorno il premio di produttività, è stato rinviato.

Roma, 22 ottobre 2020

Le Segreterie Nazionali