BCC: firmato il verbale di integrazione al Protocollo condiviso del 7/5/2020


Firmato il verbale di integrazione al Protocollo condiviso del 7 maggio 2020 in materia di contenimento e prevenzione della diffusione del COVID-19 nei luoghi di lavoro per le Lavoratrici ed i Lavoratori del Credito Cooperativo

E’ stato firmato ieri, dopo una serie di incontri, tra le OO.SS e Federcasse il verbale di integrazione al Protocollo condiviso del 7 maggio 2020 in materia di contenimento e prevenzione della diffusione del COVID-19 nei luoghi di lavoro per le Lavoratrici ed i Lavoratori del Credito Cooperativo.

In coerenza con lo sviluppo del programma di progressivo riavvio delle attività economiche, le Parti hanno condiviso che, con esclusivo riferimento alle zone “gialle” e “bianche”, l’accesso della clientela nelle filiali avvenga gestendo il pieno rispetto del mantenimento della distanza interpersonale e assicurando alle Lavoratrici e ai Lavoratori la continua disponibilità di adeguati dispositivi di protezione (idonee mascherine, gel igienizzanti ed eventuali ulteriori DPI prescritti dalla normativa), con l’applicazione di tutte le misure tempo per tempo previste dai provvedimenti delle autorità competenti.

Nel rispetto delle previgenti disposizioni dell’accordo del 7 maggio 2020, rimane l’obbligo di appuntamento nelle zone “rosse” ed “arancioni”.
Nel documento viene inoltre previsto che la/il Lavoratrice/Lavoratore che risulti positivo oltre il ventunesimo giorno possa rientrare al lavoro solo dopo la negativizzazione del tampone molecolare o antigenico, con certificato acquisito dal medico competente.

Un altro punto saliente del Protocollo riguarda la somministrazione del vaccino: confermando la disponibilità, come rappresentata nel verbale di incontro del 22 marzo 2021, a favorire la realizzazione di piani aziendali finalizzati all’attivazione di punti straordinari di vaccinazione, le Parti auspicano che, nella temporanea indisponibilità della  somministrazione del vaccino da parte delle stesse Aziende, i datori di lavoro concedano permessi retribuiti strettamente collegati all’espletamento di tale profilassi sanitaria.

Viene introdotta, per le zone “bianche” e “gialle”, la possibilità di svolgere le riunioni in presenza, nel rispetto di idonee misure di sicurezza, ovvero garantendo il distanziamento interpersonale, un’adeguata pulizia ed areazione dei locali e l’utilizzo della mascherina chirurgica o di dispositivi di protezione individuale di livello superiore.
Si rimarca come indispensabile e proficuo il confronto sulla gestione della situazione pandemica con i comitati aziendali, fermo restante l’essenziale lavoro della Commissione nazionale permanente.

Le OO.SS esprimono un giudizio positivo sul risultato raggiunto, ritenendo che un’integrazione al Protocollo del 7 maggio 2020 fosse necessaria al fine di rendere le vigenti previsioni più aderenti e coerenti all’attuale scenario pandemico che sta favorendo la ripresa generalizzata delle attività produttive e di mantenere alti gli standard di protezione della salute e sicurezza di tutte le Lavoratrici ed i Lavoratori del Credito Cooperativo.

Roma, 17/06/2021

Le Segreterie Nazionali
FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UGL CREDITO – UILCA

SCARICA IL VERBALE DI INTEGRAZIONE

 

Back to top button