MPS: Incontro con l’A.D.

1a - Fabi 2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca 7 - Unisin

In data odierna le scriventi OO.SS. sono state convocate dall’AD di BMPS.
In premessa l’AD – rispetto alla ulteriore richiesta di chiarimento delle OOSS sulle recenti dichiarazioni rilasciate dallo stesso e riprese dai media – ha ribadito il riconoscimento dell’impegno e della centralità del ruolo svolto da tutti i Lavoratori per il rilancio della Banca, smentendo la lettura data da più parti di voler modificare l’orario di lavoro contrattualmente previsto.
Da parte loro, le OO.SS. hanno confermato la necessità di proseguire in tempi rapidi il percorso negoziale già avviato il 4 gennaio scorso, che ha visto la sottoscrizione di importanti accordi sul tema dell’estensione del welfare – Lavoro agile, MP Solidale, CASPIE – e delle politiche commerciali.
Su quest’ultimo aspetto, visti i numerosi episodi di deregolamentazione commerciale segnalati dalle RRSSAA locali, nel richiamare l’Azienda al rispetto integrale dell’Accordo è stata richiesta l’attivazione immediata dell’apposita Commissione per analizzare specifici casi, che potrà prevedere in talune situazioni anche la partecipazione di Rappresentanti Sindacali periferici.
Per quanto attiene il tema del Consorzio operativo, è stato ribadito dall’AD che non sussistono ad oggi novità di rilievo rispetto a quanto comunicato dai vertici del COG in data 11 gennaio 2018, e ripreso in pari data in un comunicato delle scriventi Segreterie. A tale proposito abbiamo ricordato alla Controparte che i Lavoratori del Consorzio sono tutti Dipendenti del Gruppo che usufruiscono dell’istituto del distacco, ed in quanto tali integralmente tutelati.
Sul tema del Piano di ristrutturazione, le OO.SS. hanno pesantemente contestato le impostazioni dell’Europa che fondano il raggiungimento di ambiziosi obiettivi sulla base di una struttura commerciale ampiamente ridimensionata – chiusura di Filiali nonostante le stesse producano utile – e con un numero di Dipendenti insufficiente, a causa delle manovre di contenimento dei costi.
Su questa base il Sindacato ha fortemente rivendicato la necessità di mettere i Colleghi nelle condizioni di lavorare al meglio, mediante l’incremento degli organici della Rete.
Il confronto con l’Azienda proseguirà, quindi, nel rispetto della piattaforma rivendicativa condivisa fra le Parti, di cui al nostro comunicato del 4 gennaio scorso.

Siena, 22 marzo 2018
LE SEGRETERIE

Photo by JP Carrascal

Back to top button