Cattolica: accordo tutele occupazionali

2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 8 - Fna 9 - Snfia 6 - Uilca

Le OO.SS. del Gruppo Cattolica già nel 2014 avevano elaborato e proposto all’Azienda un testo di accordo sulle Tutele Occupazionali, un tema che il Sindacato non ha mai trascurato e sul quale in questi anni abbiamo mantenuto una attenta ed unitaria grande attenzione.

Nel contempo le Rappresentanze Sindacali Aziendali, hanno pazientemente tracciato assieme alla Società un percorso di consolidamento di credibili e proficue Relazioni Industriali, che ci hanno consentito di definire, sottoscrivendoli, numerosi e importanti accordi con riflessi positivi anche rispetto a istituti del tutto nuovi o innovativi per l’intero settore.

Sulla base di tali presupposti nonché facendo riferimento alle best practice attualmente esistenti nei settori bancario e assicurativo, nei giorni scorsi siamo giunti alla sottoscrizione di un importante accordo sulle Tutele Occupazionali, vagliando e predisponendo un testo che potrà essere di certo riferimento anche per altre realtà.

Sono state in questo modo create le condizioni affinché in questo delicato momento ed anche in futuro, tutti possano continuare a lavorare in sicurezza.

Va riconosciuto che al senso di responsabilità sempre dimostrata dai lavoratori, ha corrisposto una pari responsabilità dell’Azienda per un’occupazione piena e produttiva ed un lavoro dignitoso per tutti.

Riassumiamo i punti cardine dell’accordo:

  • tenuta complessiva, sull’intero territorio nazionale, degli attuali livelli occupazionali;
  • in caso di tensioni occupazionali prioritario ricorso a prepensionamenti volontari e uscite incentivate, e ad iniziative di internalizzazione di attività;
  • consenso del lavoratore al trasferimento;
  • in caso di particolari esigenze di ricollocazione conferma del rispetto della sede di lavoro e della professionalità anche riconoscendo importante valenza all’istituto della modalità di lavoro in Smart Working;
  • specializzazione dei poli;
  • necessità di contenimento degli straordinari;
  • aumento a 3 giorni dello Smart Working da definire tra le parti nel mese di settembre;

L’accordo ha immediata validità e accompagnerà il nuovo piano industriale almeno per un anno da quando verrà presentato, e con l’obiettivo di seguire attivamente l’evoluzione dell’Azienda,  le Parti hanno già definito l’impegno a rinnovare le garanzie.

Con la ripresa dei lavori dopo la pausa estiva l’Azienda scioglierà inoltre la riserva sul bando 2020 del Fondo di Solidarietà, che avrebbe dovuto già essere emesso il maggio scorso, e su cui sono in corso valutazioni sia di impatto economico che organizzativo.

Questo accordo, ne siamo consapevoli, nasce in un delicato momento che vede il Gruppo Cattolica Assicurazioni destinato a intraprendere nuove sfide che porteranno, è nostro auspicio, a nuovi e importanti traguardi.

Il Sindacato, oggi è ancor più compatto e determinato nel suo impegno di rappresentanza dei lavoratori tutti ed è pronto a gestire le nuove importanti sfide che unitamente affronteremo e condivideremo con la nostra Società e con il mercato.

Milano, Roma, Verona, 30 luglio 2020

FIRST/CISL – FISAC/CGIL – FNA – SNFIA – UILCA

scarica l’accordo