Alleanza Assicurazioni: permane lo stato di agitazione sindacale


COMUNICATO ALLEANZA 24/09/2020

 

Le prime assemblee dei lavoratori dell’I.R. Puglia e degli I.R. Liguria/Sardegna e Toscana/Umbria hanno registrato un grandissimo successo sia di presenze che di partecipazioni.

I LAVORATORI hanno condiviso tutte le problematiche denunciate da queste OO.SS. e tutte le azioni avviate.

Tutti i presenti hanno manifestato la loro esasperazione per la chiusura degli Ispettorati Agenziali, per la redistribuzione degli obiettivi sull’ultimo quadrimestre, per la remotizzazione senza regole, per l’aggravio di lavoro, per l’aumento dei costi dovuti all’operare da casa, per la demotivazione, per il non riuscire ad identificarsi più nei valori aziendali, per la mancata erogazione del premio annuale per gli impiegati amministrativi e per tutto quanto denunciamo da mesi.

Il prossimo appuntamento è previsto per lunedì 28 settembre dalle 10.30 alle 12.30 in Emila Romagna.

Nel frattempo, ieri pomeriggio si è svolto il previsto incontro con l’azienda per il programma delle “Agenzie 3.0”, durante il quale Alleanza si è limitata a farci vedere due foto su come intende modificare il layout delle agenzie, assicurandoci che uniformerà i supporti informatici migliorandoli. Visto che il vecchio programma di layout è iniziato circa dieci anni fa ed ancora non è stato completato, temiamo anche stavolta poca sostanza.

Queste OO.SS. hanno preteso la riapertura degli Ispettorati periferici, nel rispetto delle norme di prevenzione anti-covid, e la risposta è stata inconsistente ed evasiva. Per ora l’azienda non prevede ulteriori riaperture rispetto ai 71 I.A. riattivati durante l’estate. Alleanza si è limitata a dichiarare che non ha ancora definito nulla del programma, ma comunque entro il 23 ottobre prevede la chiusura dei lavori e l’avvio della fase attuativa!

 

BASTA

I lavoratori meritano rispetto, così come queste OO.SS. che li rappresentano. L’azienda non può pensare di mortificare le nostre intelligenze. Abbiamo già assistito in passato a tavoli tecnici in cui Alleanza aveva già deciso tutto, senza alcuna considerazione per le proposte o le proteste di queste OO.SS. Adesso dovremmo credere alla storia che non è stato ancora deciso nulla, ma i lavori si completeranno comunque in un mese!

Nel frattempo, continuano ad arrivarci segnalazioni di lavoratori a cui hanno chiuso definitivamente gli uffici periferici o di agenzie che verranno accorpate in un unico locale.

 

VERGOGNA

I lavoratori sono costretti ad incontrare i clienti al bar o in pasticceria perché le agenzie non sono in grado di accoglierli tutti e non ci sono postazioni sufficienti per tutti i collaboratori. Questa è la professionalità tanto decantata dall’azienda! Questa è l’attenzione riservata alla clientela ed alla rete!

 

BASTA

L’azienda si trincera dietro la scusa del cambiamento per giustificare l’evidente smantellamento della nostra struttura organizzativa, solo per abbattere i costi e fare utili. Ricordiamo che Generali ha deciso, nonostante il parere negativo delle autorità competenti, di distribuire i dividendi agli azionisti anche quest’anno, mentre quando si parla di soldi per i lavoratori <<c’è la crisi dovuta al Covid>>.

 

Queste OO.SS. restano in stato di AGITAZIONE SINDACALE

 

La prossima settimana riceverete un nuovo comunicato ed il calendario delle assemblee previste per la settimana seguente.

Invitiamo nuovamente TUTTI i lavoratori a partecipare, ognuno deve fare la propria parte se vogliamo salvare quest’Azienda ed i nostri posti di lavoro.

 

Italia, 24 settembre 2020.

 

I Coordinamenti Nazionali delle RSA
FISAC/CGIL – FNA – SNFIA – UILCA

 

Back to top button