Gruppo Cattolica: incontri con l’Azienda su molti temi


Gentili colleghi,

in queste settimane è previsto un fitto calendario di incontri tra l’Azienda e le OO.SS. su numerosi temi.

In particolare, alla luce dell’approvazione da parte del C.d.A. del nuovo piano rolling 2021-2023, è stato avviato un tavolo di confronto per dare continuità e consolidare l’accordo TUTELE OCCUPAZIONALI raggiunto lo scorso luglio e il CONTRATTO INTEGRATIVO in scadenza al termine di quest’anno.

Le OO.SS. unitariamente hanno convenuto di presentare nell’incontro di domani una serie di richieste sul contratto integrativo e sull’accordo sulle tutele, nell’intento condiviso con l’Azienda di dare serenità a tutti i lavoratori in questo particolare momento.

L’Azienda ha ritenuto inoltre di confrontarsi con il Sindacato per la definizione in parallelo di un accordo per regolamentare la fruizione di FERIE e PERMESSI, segnalando che numerosi colleghi presentano un residuo elevato.

Diamo sinteticamente conto anche di altri argomenti in discussione:

  • a seguito delle tante segnalazioni pervenute in merito al nuovo CEDOLINO di gennaio, le OO.SS. hanno fornito un documento analitico di tutte le criticità; l’Azienda si è impegnata ad esaminarle e risolverle a partire dal cedolino di febbraio.
  • Come avvenuto l’anno scorso, il Sindacato ha chiesto di prorogare al 31 marzo la data ultima per l’inserimento dei RIMBORSI SANITARI del 2020 (che da CIA terminerebbe il 31 gennaio) e di esporre in modo chiaro massimali e residui sul portale. L’Azienda ha accolto la richiesta di prolungamento dei termini mentre per la componente evolutiva del portale IMA ci ha confermato che non sarà possibile operare alcuna modifica, considerato che dall’anno prossimo la gestione dei sinistri verrà affidata a una società del gruppo Generali.
  • L’Azienda ha informato che anche il portale per il WELFARE e il BUONO SPESA (250,00 € annui) passeranno in gestione alla società di cui sopra con l’attivazione a breve di una nuova piattaforma dedicata.
  • Le OO.SS. hanno chiesto di rinnovare anche per i prossimi anni, partendo dal 2021, l’accordo sul FONDO DI SOLIDARIETA’; l’Azienda si è riservata di valutare gli impatti economici e procederà a un sondaggio tra i colleghi per avere un’ipotesi del numero dei possibili aventi diritto.

Vi terremo costantemente aggiornati sullo sviluppo delle trattative.

Milano, Roma, Verona, 22 febbraio 2021

First/CISL – Fisac/CGIL – FNA – SNFIA – Uilca/UIL

Back to top button