Deutsche Bank: firmato il Contratto Integrativo Aziendale!

2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca Unisin nuovo logo

EFFETTUATA ANCHE LA PRIMA VERIFICA SULLA RIORGANIZZAZIONE 2020:
BENE L’ANDAMENTO DELLE NUOVE ASSUNZIONI

In data 27 luglio si è svolta un’importante riunione con l’Azienda nell’ambito della quale siamo stati aggiornati circa gli sviluppi della riorganizzazione regolata dagli accordi dello scorso 24 dicembre 2020.

Nella stessa occasione è anche proseguito il confronto sull’articolato del Contratto Integrativo Aziendale (c.d. CIA), come da previsioni contenute nella medesima intesa di fine anno, che ha condotto ad un accordo
definitivo.

CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE

Dopo 16 anni si è convenuta la sottoscrizione di un nuovo testo del CIA nel quale sono stati recepiti i contenuti degli accordi di marzo 2011 e di dicembre 2020.

Il testo è stato quindi rivisitato in alcune parti ed aggiornato in altre ed ora costituisce un documento
fondamentale che nel corso dei prossimi anni regolerà, per quanto di competenza, il rapporto di lavoro dei
Dipendenti di Deutsche Bank Spa.

Non possiamo che esprimere soddisfazione per un risultato a lungo atteso, e per nulla scontato, che ammoderna ed amplia le precedenti previsioni del CIA rendendo inoltre maggiormente chiari ed esigibili alcuni importanti passaggi normativi.

Rimane ancora da rinnovare l’accordo sul part-time, per il quale sono previste ulteriori riunioni nei prossimi
giorni, che sta comunque registrando una positiva evoluzione anche se l’intesa definitiva non è ancora stata raggiunta.

Alleghiamo alla mail il testo completo del nuovo CIA e rimandiamo ad una successiva comunicazione l’analisi più dettagliata delle modifiche inserite (come ad es. inquadramento QD2 per il Senior Advisor, “smartlearning”, valutazione delle prestazioni in lingua italiana, possibilità di proporre temi di sostenibilità ecologica, ambientale e sociale).

INCONTRO DI VERIFICA SULLA RIORGANIZZAZIONE 2020

Come da impegni rivenienti dall’accordo 24.12.2020, DB ha fornito una prima informativa relativamente all’evoluzione dei processi riorganizzativi in corso di implementazione.

La nostra attenzione si è particolarmente focalizzata sulle nuove assunzioni previste dall’accordo.

Ricordiamo che, in ragione anche del “ricambio generazionale”, DB si è impegnata ad un totale di 122 assunzioni da effettuarsi entro il 30.6.2023 a fronte di 280 uscite che verranno invece completate entro il 30.6.2022.

Ad oggi la Banca ha già operato 67 assunzioni a tempo indeterminato relative agli accordi sottoscritti.
Va sottolineato che si tratta di Personale di età inferiore ai 35 anni dei quali 26 sono anche ex Lavoratrici e Lavoratori con contratto di somministrazione (interinali) che sono stati quindi “stabilizzati” dopo almeno otto mesi di pregressa attività in DB.
Entrambi questi criteri, anagrafici e di provenienza lavorativa, risultano coerenti con le richieste sindacali a suo tempo condivise con la Banca.

DB ha anche informato di aver assunto altro Personale con esperienza (per un totale di circa 40 neo Colleghi) con il duplice scopo di reintegrare alcune uscite e di rafforzare taluni settori, particolarmente nel comparto Wealth Management.
Questa dinamica occupazionale è stata però correttamente esclusa dall’ambito di verifica degli accordi in quanto frutto di diversa iniziativa aziendale.

La gestione delle fuoriuscite di Personale ha avuto anche impatti sulla mobilità e gli effetti al momento più marcati riguardano una cinquantina di trasferimenti comportanti per lo più pendolarismo giornaliero e in pochi casi anche l’effettivo cambio di residenza.

Nei prossimi mesi l’Azienda fornirà ulteriori informative rispetto alla prosecuzione dei progetti, allo stato della loro realizzazione ed alle conseguenti ricadute sul Personale.

Milano, 28 luglio 2021

Le Segreterie di Coordinamento in Deutsche Bank
FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UILCA – UNISIN

scarica l’articolato CIA

Back to top button