Generali: nuovo accordo sulla ex partecipazione agli utili

3 - Fisac Cgil

COMUNICATO

Si è conclusa ieri 29 settembre 2021 la trattativa per il nuovo accordo sulla ex partecipazione agli utili.

Le scriventi Organizzazioni Sindacali (OO.SS.) e la controparte datoriale hanno raggiunto l’intesa per un accordo ad adesione che preveda l’accettazione di ognuno dei destinatari percettori della ex partecipazione agli utili.

I termini di questo accordo includono l’erogazione per il 2022 del medesimo importo percepito nel 2021 computabile ai fini del TFR, delle basi orarie e giornaliere e degli istituti retributivi indiretti o differiti. Tale importo sarà riconosciuto, pro quota, anche a coloro che dovessero cessare il rapporto di lavoro nel corso dell’anno 2021.

A partire dal 1° gennaio 2023, a titolo di assegno personale non assorbibile, verrà erogato un importo di valore annuo pari al 72% dell’ultima cifra percepita. Tale assegno sarà corrisposto, pro rata, in 14 mensilità e rapportato alla presenza e al part time secondo i normali criteri di riproporzionamento della retribuzione. Detto importo sarà computabile ai soli fini delle basi orarie e giornaliere e degli istituti retributivi indiretti e differiti e non sarà utile alla determinazione del TFR.
E’ stato stabilito, inoltre, che il suddetto personale venga inserito nelle politiche retributive discrezionali del Gruppo, interrompendo una prassi aziendale fortemente contestata dalle OO.SS. che di fatto escludeva le lavoratrici/lavoratori aventi diritto alle ex partecipazioni agli utili dai possibili provvedimenti aziendali.

L’adesione all’accordo da parte delle lavoratrici e dei lavoratori potrà essere esercitata a partire dai prossimi giorni fino al 31.12.2021 e costituirà accettazione transattiva generale a tutti gli effetti di legge.

Le OO.SS. esprimono ampia soddisfazione per il risultato ottenuto e ritengono di aver trovato una soluzione che soddisfi le esigenze sia delle lavoratrici e dei lavoratori prossimi alla quiescenza, sia delle colleghe ed i colleghi che nel corso del 2021 aderiranno al Fondo di Solidarietà, sia di coloro che dovranno prestare la propria attività lavorativa ancora per alcuni anni.

Le scriventi OO.SS. restano a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito al suddetto accordo.

FIRST/CISL – FISAC/CGIL – F.N.A. – UILCA
Coordinamenti Nazionali Rappresentanze Sindacali Gruppo Generali


scarica l’accordo

Back to top button