Il vile attacco alla CGIL di sabato 9 ottobre

I fascisti Fiore e Castellino e l’ex NAR Luigi Aronica, detto “er pantera di Monteverde”, alla testa del corteo “No Green Pass” hanno sfondato un cordone di polizia ed hanno imboccato una via che porta alla sede della CGIL.

Arrivati davanti alla CGIL hanno sfondato la porta e sono entrati devastando uffici e corridoi, mentre le forze dell’ordine, a parte un piccolo gruppo di poliziotti che ha tentato di impedire questo atto infame rimanendo feriti, con molta calma arrivavano verso l’ingresso lasciando che questi fascisti entrassero indisturbati a devastarla. Vi ricordate le stesse forze dell’ordine che nel 2014, in piazza Indipendenza, hanno caricato i lavoratori e la FIOM? Quei lavoratori non stavano devastando nulla, difendevano il loro lavoro e chiedevano alle Istituzioni di applicare la Costituzione. Ieri, purtroppo, non abbiamo visto la stessa determinazione per impedire che si verificasse questo atto squadrista che si ripete a distanza di cento anni. Non è la prima sede che viene devastata, ma l’ultima di una lunga serie: solo 2 settimane fa si è verificato a Settimo Torinese in Piemonte.

Questo attacco è un attacco alla Democrazia, ai lavoratori e alla Costituzione. Se pensano di intimidirci e dividerci, hanno sbagliato tutto!!!!! Noi non ci lasciamo intimidire e ci comporteremo come si comportarono “i nostri Padri Costituenti”, loro costruirono la democrazia, noi la difendiamo e la difenderemo. Ringraziamo tutti coloro che hanno dimostrato la loro solidarietà alla nostra CGIL, a partire dai massimi vertici dello Stato. La risposta immediata è arrivata da CISL e UIL ed insieme abbiamo deciso una risposta forte, chiara e determinata: sabato 16 ottobre a Roma sfileremo insieme sotto una parola d’ordine forte, MAI PIÙ FASCISMI!

La situazione è in evoluzione e preoccupante: questo atto, insieme allo sciopero ad oltranza proclamato da FISI per 5 giorni a partire dal 15 ottobre, rappresentano un salto di qualità pericoloso: è necessario che tutte le forze democratiche siano pronte a scendere in piazza per difendere il paese democratico.

Mai più una sede della Cgil vandalizzata, mai più un compagno attaccato!
Roma il 16 ottobre si colorerà di rosso e di tutti i colori che rappresentano la Democrazia, tutti a Roma!!!!
Antifascismo militante

Claudio Cornelli – Segretario Generale FISAC CGIL Veneto

 

Back to top button