Deutsche Bank: accordo VAP 2021

3 - Fisac Cgil

Dopo una lunga e complessa trattativa ieri, 10 novembre, le Organizzazioni Sindacali e l’Azienda hanno raggiunto un accordo sui criteri per la determinazione del Premio Aziendale 2021 per DB S.p.A..

L’intesa è stata possibile grazie ad un approfondito ed intenso confronto che ha avuto momenti difficili pur non venendo mai meno la reciproca volontà delle parti di trovare un punto di incontro soddisfacente.

Occorre sottolineare come i contenuti previsti potranno avere effetto solamente una volta chiuso il bilancio di quest’anno e verificata la congruità delle voci di bilancio che stanno alla base della possibile erogazione economica a favore dei Colleghi; tale erogazione potrà avvenire a maggio oppure giugno 2022.

Se ne ricorreranno i presupposti, quindi, il premio aziendale 2021 verrà così quantificato:

QD 3 e 4 Euro 800,00 + Euro 200,00 + Welfare Euro 500,00
QD 1 e 2 Euro 735,00 + Euro 200,00 + Welfare Euro 500,00
A.P. Euro 665,00 + Euro 200,00 + Welfare Euro 500,00

Nel caso di raggiungimento dei criteri previsti dalla legge, sugli importi monetari si applicherà quanto segue:

  • un’aliquota IRPEF del 10% a titolo di tassazione agevolata per chi percepisce redditi da lavoro o assimilati inferiori a 80.000 Euro;
  • possibilità di scelta da parte di ciascun collega di destinare in parte o tutta la quota monetaria del VAP nel conto welfare che sarà così aumentata anche della quota degli oneri a carico azienda per quell’importo.

Rimane invariata la possibilità di optare per il conferimento al Fondo Pensione della quota monetaria.

E’ stata quindi salvaguardata la libertà di scelta del singolo offrendo una serie di possibilità che, nelle varie articolazioni, potranno venire incontro alle esigenze di tutti.

Altra importante nota positiva deriva dall’attribuzione ai lavoratori part-time dell’intero importo come sopra definito e non di un pro-quota per la parte cash così come avveniva nei premi e riconoscimenti degli anni passati. Lo stesso varrà anche per i lavoratori c.d. fragili che nel corso del 2021 non hanno potuto costantemente svolgere la loro prestazione lavorativa.

Milano, 12 novembre 2021

Segreterie Organo di Coordinamento
FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UILCA – UNISIN

Scarica il testo dell’accordo

 

Back to top button