Equitalia: solo a fine mese l’incontro con Befera

By: hermanturnipCC BY 2.0
“Facciamo seguito alla  richiesta di codeste spettabili OO.SS. e vi confermiamo senz’altro la nostra disponibilità all’incontro specificandovi tuttavia che, a causa di non differibili impegni del nostro AD, l’incontro non potrà aver luogo prima del giorno martedì 30 luglio p.v. alle ore 15.30. L’occasione è gradita per porgere i migliori saluti”
Con questa laconica comunicazione la Direzione della Holding ci fa sapere che l’incontro dalle Organizzazioni sindacali richiesto e sollecitato per affrontare le urgenti tematiche contrattuali aperte, a partire dalla richiesta di corresponsione del premio di produttività relativo al lavoro prestato nell’anno 2012 non potrà realizzarsi che a fine mese. “Non differibili impegni del nostro AD” hanno reso impossibile tale incontro per due settimane: in un settore che sviluppa un servizio essenziale per la collettività il personale dovrebbe essere considerato il patrimonio più importante, così come peraltro in passato più volte ci è stato detto dal presidente Befera.
Evidentemente non la si pensa più così, ai vertici di Equitalia. La crisi è forte e diffusa, occorre ridurre i costi, ci è stato detto…e pertanto, si capisce, tutti debbono fare la propria parte. Tutti o quasi: i tagli ai maxi-stipendi dei dirigenti pubblici (sopra i 90 mila euro) sono stati dichiarati incostituzionali già verso la fine dello scorso anno, mentre è di ieri la notizia che il tetto agli stipendi dei manager pubblici (300.000 euro l’anno) varrà solo per una cerchia molto ristretta di loro, che non svolgono servizi di interesse generale.
Le Segreterie Nazionali parteciperanno all’incontro ancora una volta animate delle migliori intenzioni di pervenire ad un risultato positivo da tempo atteso da tutti i colleghi, ma anche fortemente intenzionate a programmare e porre in essere tutte le iniziative necessarie a raggiungere tale risultato ed a difendere la dignità e le condizioni di tutti i lavoratori.

Back to top button