Gruppo Unicredit: UCCMB, chiediamo informazione e chiarezza

Le organizzazioni sindacali di UCCMB e le Segreterie di Coordinamento del Gruppo hanno incontrato il giorno 21 febbraio 2014, il responsabile delle relazioni sindacali di Unicredit, l’HR della holding e di Uccmb.
La delegazione aziendale ha confermato che, stante il persistente interesse di investitori, si stanno valutando ulteriori cessioni di crediti deteriorati.
Per quanto riguarda UCCMB l’Azienda ha confermato che sta proseguendo lo studio di fattibilità, che, a oggi, risulta ancora nella fase preliminare, precisando al riguardo che detto studio è giunto alla fase di raccolta delle formali manifestazioni d’interesse da parte di terzi.
L’Azienda ha tenuto a precisare che nessuna trattativa è stata avviata e che non è stata effettuata alcuna due diligence. A tal proposito è stato riferito che aggiornamenti si potranno avere tra circa un mese.
L’Azienda, nel confermare che le soglie di conferimento dei crediti a UCCMB andranno a regime a far data dal 1 marzo, ha comunicato che saranno tre le risorse che verranno distaccate da UCCMB a UniCredit Spa; tuttavia, qualora particolari esigenze operative lo richiedessero, previa idonea informativa alle OO.SS., potrebbe essere valutato un incremento di tal numero.
Per quel che concerne l’incremento dei carichi di lavoro sul Work Out e sullo Special Credit in generale, derivante dall’abbassamento delle soglie di conferimento a Uccmb, l’Azienda ha riferito di aver raccolto le preoccupazioni già espresse dalle OO.SS. relative ai flussi di lavoro e di aver avviato uno studio di rafforzamento dello Special Credit, che porterà a modifiche sia organizzative sia strumentali, compresa la soluzione della oramai annosa, problematica della procedura WPM.
L’Azienda ha comunicato che nei prossimi giorni ci sarà un incontro ad hoc, dove verranno esaminati i soli interventi che riguarderanno il Work Out.
Su richiesta delle OO.SS. il responsabile HR di UCCMB, nel confermare che il job market è ancora contingentato, ha ribadito che tutte le risorse che aderirono e sono state selezionate entro il primo semestre del 2013, sono rientrate tutte nei ruoli previsti e che non ci sono ulteriori posizioni da regolarizzare.
L’HR di UCCMB, inoltre, su espressa richiesta delle OO.SS. ha riferito che il processo di affiancamento dei gestori “Alfa” ai gestori UCCMB è da considerarsi concluso.
Le OO.SS., pur apprezzando l’approccio aziendale aperto all’informativa e al confronto, di là delle previsioni di legge e di contratto, avendo ben presenti le forti preoccupazioni che i lavoratori hanno espresso nelle assemblee e ribadendo l’importanza di UCCMB e dello Special Credit all’interno del mondo Unicredit, hanno dichiarato che vigileranno con la massima attenzione su ogni tipo di sviluppo societario, con l’obiettivo di definire sempre le massime garanzie occupazionali possibili e salvaguardare la professionalità dei lavoratori e delle lavoratrici.
Le Segreterie di Coordinamento
Dircredito-Fabi-Fiba/Cisl-Fisac/Cgil-Sinfub-Ugl Credito-Uilca
Gruppo UniCredito
25 febbraio ’14
Scarica comunicato

Back to top button