Gruppo deutsche Bank: Verbale verifica premio aziendale 2013

Milano, 30 aprile 2014
Con riferimento a quanto previsto dall’accordo 19 dicembre 2013 in materia di premio collettivo aziendale per i quadri direttivi e per il personale delle aree professionali (dalla 1a alla 3a) relativo all’esercizio 2013, in data odierna si sono incontrati i rappresentanti della Deutsche Bank SpA e delle Delegazioni Sindacali delle OO.SS. FABI, FIBA/CISL, FISAC/CGIL e UILCA.
Le parti hanno proceduto, per l’esercizio 2013, alla verifica congiunta del posizionamento raggiunto dall’indicatore di efficienza “cost income ratio pro capite”, elaborato sulla base di quanto previsto al punto 1 del citato accordo, attestatosi per detto esercizio al valore di 71,82 (all. 1).
In base alla tabella relativa al posizionamento dell’indicatore “cost/income ratio pro capite” allegata al citato accordo 19 dicembre 2013, per l’esercizio 2013 l’importo lordo del “premio base” pro capite riconosciuto per tale indicatore verrà diminuito nella misura del 5%.
Con riferimento all’indicatore di produttività, le parti hanno altresì verificato che il margine di intermediazione, risultante in bilancio dal prospetto di conto economico riclassificato dell’esercizio 2013, rapportato al numero medio dei dipendenti è pari a 240.000 Euro (all. 1). Pertanto l’importo del premio aziendale pro capite verrà incrementato nella misura di Euro 315 lordi in cifra fissa.
Ne consegue che il premio collettivo aziendale per l’esercizio 2013 verrà erogato ai quadri direttivi e al personale delle aree professionali (dalla 1a alla 3a) nelle misure riportate nell’allegato n. 2 e sarà individualmente determinato in base all’inquadramento risultante al 31.12.2013 e secondo i criteri di cui ai punti 5 e 6 del citato accordo.
L’erogazione del Premio Aziendale come sopra determinato verrà effettuata con le competenze del mese di maggio.
Gli allegati costituiscono parte integrante del presente verbale.
Deutsche Bank SpA Le Delegazioni Sindacali delle OO.SS.
FABI
FIBA/CISL
FISAC/CGIL
UILCA
Scarica comunicato

Back to top button