Unicredit: Firmata nella notte del 28 giugno l’intesa sul Piano Industriale 2015-2018

Nella notte di sabato scorso è stato firmata una intesa complessiva legata al Piano Strategico del Gruppo :la posizione aziendale era caratterizzata dalla ricerca di una grande riduzione dei costi attraverso pesanti rinunce sia economiche, sia normative per lavoratrici e lavoratori.

Dopo una trattativa ininterrotta di tre giorni abbiamo concluso un’intesa che comprende:

Nuova occupazione per 800 giovani

Stabilizzazione a tempo indeterminato per 670 apprendisti

Premio speciale una tantum collegato ai risultati del primo trimestre, nella stessa misura di quello distribuito per il 2012 (euro 1.140 welfare e 840.00 cash) con erogazione novembre 2014 (da verificare la possibilità di intercettare i trattamenti fiscali previsti).

Assunti dopo il 18/10/2010: Ripristino di tutti i trattamenti e le previsioni di secondo livello (ticket, unica, previdenza complementare 3 per cento, condizioni al personale, premio speciale per intero)

Premi di fedeltà (25esimo e 35esimo): a fronte della richiesta aziendale della completa abolizione della prassi abbiamo concordato la liquidazione dei ratei maturati al 30giugno. Per i ratei attualizzati del 35esimo l’ erogazione sarà nella busta paga di novembre 2014.
Il rateo del 25esimo sarà gestito con le modalità e i tempi da definire nell’ambito della trattativa di riordino del welfare.

Ferie ex festività e banca ore derivanti da prestazioni aggiuntive: per tutta la valenza del piano, cioè sino a tutto il 2018, l’accordo prevede la fruizione completa entro l’anno di competenza, con possibilità di portare all’anno successivo due giorni di ferie; inoltre tutti gli arretrati andranno azzerati entro il 31 dicembre 2015.

Colleghi/colleghe che maturano il primo requisito utile al pensionamento entro il 31.12.2018: si tratta di 2400 dipendenti che avranno l’accesso incentivato e volontario alla prima finestra utile, con incentivo pari a quello previsto nell’accordo del 2012 (precedente Piano Industriale) meno una mensilità ( da 6 a 13 mensilità sulla base della età anagrafica).
Questi colleghi/e (in tutto 2400) potranno, inoltre, decidere se accedere, un anno prima dell’uscita, a tre diverse opzioni:
A) Part time verticale con riduzione di una giornata
B )part time orizzontale a 25 ore
C) sospensione dell’attività lavorativa
Questo lasciando intoccati gli importi di TFR e di contribuzione; in caso di scelta di una delle tre opzioni i colleghi /e avranno una mensilità in più di incentivo.

Previsione per le c.d “donne optanti” (57 anni di età e 35 di anzianità lavorativa): incentivi in analogia con quanto previsto nel precedente accordo del 2009.

Agevolazioni per il riscatto della laurea qualora tale riscatto permetta il pensionamento entro il 31.12.2018

Accoglimento di 140 domande inevase di part time a fronte della cessazione di altrettante colleghe tra le 2400 incentivate.

Consulenze, esternalizzazioni, insourcing: miglioramenti delle previsioni contenute nei precedenti accordi.

Milano 30/6/2014

Scarica comunicato unitario

Accordo ricadute piano strategico
Protocollo rilancio_gruppo_unicredito
Lettera premi fedelta
Lettera progetto newton
Lettera subito casa

Back to top button