Gruppo Unicredit: Avviso FBA 1-2014 Piano, Innovare per crescere

Il 6 Maggio 2014 le delegazioni sindacali hanno firmato l’accordo che ha consentito di presentare al Fondo FBA il Piano formativo “Innovare per crescere” per la richiesta di finanziamento di cui all’Avviso 1-2014. Il 17 Giugno il Piano è stato esaminato dal Fondo FBA e valutato idoneo alla richiesta, con un punteggio di 936/1000. Questo risultato permette al gruppo Unicredit di beneficiare, del massimo del plafond previsto, pari a circa 5 milioni di Euro, seppur ridotto del 30% rispetto allo scorso anno.
La riduzione del plafond ha costretto l’Azienda a fare delle scelte sulla tipologia di formazione da presentare al Fondo. Si è privilegiata la formazione richiesta dal Business che avesse caratteristiche rendicontabili con le stringenti norme del Fondo. Per questi motivi alcuni progetti non sono stati riproposti, tra questi la formazione linguistica, il programma per H.R.B.P., parte dell’offerta formativa di Unimanagement, i percorsi di Certificazione Competenze Core Banking e Certificazione Competenze Finanziarie First, tutto il programma di Inserimento in Ruolo.
L’Azienda ha dichiarato che esiste anche una quota di formazione non finanziata che ammonta a circa il 30% della formazione totale erogata dal Gruppo. In quella quota l’Azienda si è impegnata a sviluppare ed erogare percorsi formativi che al momento della presentazione al Fondo FBA non erano in condizioni tali di sviluppo da essere inseriti in piattaforma, in cui rientrano anche i percorsi per gli H.R.B.P. che non sono stati abbandonati, anzi verranno continuamente implementati e arricchiti, ma semplicemente non si prestano ad essere finanziati perché difficilmente rendicontabili. Per quanto riguarda i percorsi di Inserimento in ruolo gli stessi sono suscettibili di grandi modifiche perché è in corso la ristrutturazione del progetto “RUN” e quindi è necessario attendere la definizione dello stesso per poi parametrare i corsi con i nuovi profili. Per il Private il fabbisogno è coperto dal residuo dell’avviso 2013 e quindi non sono stati riproposti.
In sintesi il Piano prevede 26 progetti formativi per un totale di 111 moduli; circa mezzo milione di ore di formazione, dirette alle colleghe e ai colleghi delle Aree Professionali e delle categorie dei Quadri direttivi; oltre 5 milioni di Euro di controvalore.
Siamo convinti del fatto che sia un accordo e un risultato importante quello ottenuto benché sconti, in termini di risorse (2 mln di euro in meno rispetto al recente passato) i tagli apportati alla formazione finanziata.
Per concretizzare il percorso intrapreso, le Organizzazioni Sindacali considerano l’aula come il luogo privilegiato per l’apprendimento. La formazione on-line, notevolmente migliorata negli ultimi anni, necessita ancora di superare difficoltà organizzative che non mettono in condizione i lavoratori di svolgere i corsi con la dovuta attenzione.
Nella consapevolezza che la formazione finanziata è solo una parte, sebbene consistente, della formazione erogata in azienda, l’accordo raggiunge obiettivi per noi prioritari:
– lo sviluppo della professionalità e dell’occupabilità delle lavoratrici e dei lavoratori, rafforzandone la capacità di difendere il proprio posto di lavoro;
– la condivisione dei contenuti e delle forme del piano formativo aziendale con le Organizzazioni Sindacali, attraverso il lavoro della Commissione Bilaterale per la Formazione finanziata.
Le Segreterie di Gruppo DIRCREDITO FABI FIBA/CISL FISAC/CGIL SINFUB UGL UILCA
Milano 27 Giugno 2014
Scarica documento

Back to top button