Lazio – Autorita’ portuale Civitavecchia stringe accordo con Dongjiang

L’Autorità Portuale di Civitavecchia ha sottoscritto una lettera di intenti con il porto di Dongjiang per creare le migliori condizioni per una proficua collaborazione con il mercato cinese e partecipando così da protagonista alla missione in Cina. Una delegazione italiana, guidata dal presidente del Consiglio Regionale del Lazio Daniele Leodori e formata dai rappresentanti delle maggiori associazioni di categoria, ha siglato infatti la scorsa settimana alcuni importanti accordi di collaborazione istituzionali ed economici con i rappresentanti dell’area di Tianjin, una delle quattro città della Cina a maggiore tasso di crescita economica ed industriale.

Per l’Autorità Portuale di Civitavecchia è stata anche un’occasione per presentare i progetti di sviluppo del porto di Civitavecchia. La lettera di intenti con il porto di Dongjiang, spiega l’Autorità, “pone le basi per instaurare possibili sinergie di sviluppo commerciale e una proficua e produttiva collaborazione nell’ambito dello sviluppo strategico aziendale”.

Inoltre, per la cooperazione economica e lo sviluppo dei flussi turistici con la Cina, l’Agenzia del turismo ha siglato un’intesa con la città di Jixian e Sviluppo Lazio con la municipalità di Wuqing. Mentre per la condivisione delle esperienze di urbanizzazione sostenibile, il sistema dei Parchi regionali ha firmato una lettera d’intenti con il distretto di Jixian.

A partecipare all’inziativa di interscambio di know how e di specifici progetti di cooperazione internazionale partecipano anche Federlazio, Cna, Confartgianato e Unindustria, a cui è affidato lo svuluppo deli accordi presi con le omologhe associazioni dell’area di Tianjin, puntando in particolar modo ai settori del fashion, turismo e green economy. Da parte di Unindustria, poi, sono state già poste le basi per accordi commerciali tra aziende del settore costruzioni.

La Giunta Regionale ha deciso di stanziare 20milioni di euro nella programmazione 2014-2016 per sostenere le piccole e medie imprese del Lazio nel processo di internazionalizzazione, con l’obiettivo di stimolare l’economia laziale e renderla più attrattiva nei confronti degli investimenti esteri.

tratto da : adnkronos.it

Back to top button