Unicredit: Riscatto oneroso di periodi contributivi

“IN EVIDENZA” n. 6 Riscatto oneroso dei periodi contributivi
FINO AL 13 MARZO 2015, al fine di poter maturare i requisiti pensionistici entro il 2018, E’ POSSIBILE PRESENTARE “MANIFESTA-ZIONI D’INTERESSE” PER L’ESODO INCENTIVATO COLLEGATO AL RISCATTO DI PERIODI DI CORSO DI LAUREA E/O DI ALTRI PERIODI NON COPERTI DA CONTRIBUTI.

Facciamo presente agli Iscritti e alle Iscritte che – sulla base di quanto previsto dall’art. 6 dell’Accordo 28 giugno 2014 e successive integrazioni/modifiche apportate dal Verbale d’accordo 30 settembre 2014 – è stata predisposta una nuova l’iniziativa di incentivazione all’esodo tramite il riscatto/ricongiunzione di periodi contributivi non altrimenti coperti (laurea, aspettative non retribuite, ecc.) rivolta a Colleghi e Colleghe nati entro il 1959 che, intendendo usufruire di tali possibilità di riscatto, possono così anticipare la propria cessazione per pensionamento entro l’anno 2018, rientrando, in tal modo, nell’ambito del numero complessivo delle ulteriori eccedenze dichiarate nel Piano Strategico 2018.

A tale riguardo, le fattispecie che sarà̀ possibile riscattare, nel limite massimo di quattro anni, sono:

1) il riscatto di periodi di studio del proprio corso legale di laurea;

2) il riscatto di periodi di aspettativa caratterizzati da assenza, totale o parziale, di contribuzione previdenziale pubblica (ad esempio aspettative contrattuali o altre aspettative non retribuite/non contribuite);

3) il riscatto periodi di lavoro con costituzione di rendita vitalizia (ad es. periodi lavorati prima di entrare nel Gruppo UniCredit per i quali non siano stati versati i relativi contributi);

4) la ricongiunzione onerosa di periodi di lavoro (ricongiunzione di posizioni previdenziali costituite presso differenti enti previdenziali).

In tale ambito, le Parti (UniCredit, con le Aziende del Gruppo, e le Delegazioni di Gruppo delle OO.SS. DIRCREDITO, FABI, FIBA/CISL, FISAC/CGIL, SINFUB, UGL Credito e UILCA) si riserveranno di valutare anche i casi in cui:

• il riscatto stesso anticipi la data di maturazione del trattamento pensionistico rispetto al 1° dicembre 2018;

• sia superato il limite delle 100 posizioni originariamente fissato, ferma la previa verifica da parte aziendale delle compatibilità economiche e organizzative e, conseguentemente, definendo congiuntamente i necessari correlati criteri di ammissione.

Per quanto riguarda i trattamenti economici delle quattro fattispecie individuate (per periodi di riscatto/ricongiunzione comunque non superiori a 4 anni), le Parti hanno stabilito i seguenti criteri:

a) in relazione alle ipotesi del riscatto di periodi di studio universitario (punto 1) nonchè nei casi di cui ai punti 2) e 3):

– incentivo nella misura più favorevole risultante dall’applicazione dell’art. 2 ovvero dall’art. 6 dell’Accordo 28 giugno 2014 (cfr., al riguardo, il nostro
Approfondimento sulle Intese del 28.06.2014 inviato in data 19 agosto 2014);

b) in relazione all’ipotesi di cui al punto 4): previa determinazione dell’onere da sostenersi per la ricongiunzione, incentivo nella misura più favorevole risultante dal raffronto tra l’applicazione del 50% dell’art. 2, sommato all’onere in parola e l’importo scaturente dall’applicazione al 100% dell’art. 2 stesso.

Con riferimento a queste tipologie di incentivazione, sia riguardo al “riscatto oneroso di periodi di corso di studio legale” (rispetto al quale, sarà inviata a breve un’apposita mail indirizzata a circa 1.000 Colleghi/ghe potenzialmente interessati/e), sia riguardo alle altre fattispecie di riscatto/ricongiunzione, il Personale che fosse interessato, dovrà presentare una specifica «manifestazione d’interesse non vincolante» (attraverso l’apposito modulo reperibile sul Portale di Gruppo, in allegato alla News “Esodi incentivati Piano 2018 – Manifestazione d’interesse per l’esodo incentivato grazie al riscatto di periodi di laurea ovvero di altri periodi non coperti da contribuzione”) entro e non oltre venerdì 13 marzo 2015.

Per approfondire tutta la materia, invitiamo gli/le interessati/e a consultare l’apposito documento illustrativo predisposto da UniCredit, nonchè le relative F.A.Q., fermo restando che per eventuali necessità di chiarimento, i Segretari/le Segretarie R.S.A. FISAC-CGIL restano a disposizione degli Iscritti/Iscritte nonchè dei Colleghi/Colleghe.

Milano, 27 gennaio 2015

LA SEGRETERIA DI GRUPPO FISAC-CGIL

Back to top button