Riscossione: Comunicato Unitario

In questi giorni la stampa ha divulgato alcuni dati del progetto di bilancio consolidato del Gruppo Equitalia che evidenziano, tra l’altro, un considerevole utile economico.
Nell’attesa di avere un riscontro ufficiale e dettagliato da parte datoriale, le Organizzazioni Sindacali rivendicano le positività raggiunte come il frutto dell’impegno, della professionalità e dei sacrifici di tutte le lavoratrici ed i lavoratori del Gruppo. Le difficoltà quotidiane del contesto in cui gli addetti al settore si sono trovati ad operare, molto spesso negativamente additati a seguito di prese di posizione strumentali alle varie campagne elettorali, così come le ricadute di provvedimenti legislativi che hanno bloccato per più di quattro anni le retribuzioni, non hanno influito sul rendimento e sulla determinazione del personale, che ha continuato a svolgere efficacemente il lavoro di recupero delle risorse necessarie a finanziare i servizi essenziali per la collettività.
Tutto l’impegno profuso, ed un grande senso di responsabilità, hanno consentito di mantenere in equilibrio il conto economico nonostante la riduzione dei ricavi conseguente agli innumerevoli cambiamenti nella strumentazione e nei processi operativi conseguenti alle novità legislative degli ultimi anni. Le lavoratrici ed i lavoratori di Equitalia hanno saputo dare il massimo dell’assistenza ai cittadini-contribuenti in un momento di estrema difficoltà economica del Paese e, nonostante tutto, hanno comunque continuato ad operare per fare vivere la funzione di deterrenza all’evasione indispensabile a qualsiasi sistema, particolarmente nei momenti di maggiore difficoltà.
Le organizzazioni sindacali di Equitalia, che si sono sempre confrontate responsabilmente con l’azienda nel perseguimento dell’obiettivo comune della stabilità economica e strutturale, sono oggi a richiedere che si apra per i dipendenti un confronto che metta al centro il loro positivo apporto ai risultati conseguiti e consenta loro di avere il giusto riconoscimento attraverso una concreta e positiva ripresa delle dinamiche contrattuali.

Le Segreterie Nazionali
Roma, lì 24/04/2015

comunicato

Back to top button