Gruppo Cariparma: Consorzio, presentato il Progetto alle OO.SS.

Come già da tempo preannunciato, lo scorso 20 maggio l’azienda ha consegnato formalmente alle scriventi OO.SS. l’informativa avente per oggetto il trasferimento di rami d’azienda ad una costituenda Società consortile.
Il Vice Direttore Generale, dott. Basso Ricci, dopo averci illustrato le linee generali del progetto, ha dichiarato che comunque l’auspicio dell’azienda è quello di trovare, nel più breve tempo possibile, un accordo con le Organizzazioni Sindacali che regoli le ricadute sul personale, così come previsto dal Contratto Nazionale.
Il Consorzio sarà creato con l’obiettivo di aumentare l’industrializzazione dei processi operativi, fornire servizi di eccellenza estendendo le proprie attività alle principali società dell’intero Gruppo Crédit Agricole in Italia e sarà parte integrante del gruppo bancario Cariparma Crédit Agricole.
Il contratto di lavoro applicato continuerà pertanto ad essere quello ABI, e la cessione del contratto dei lavoratori conferiti sarà senza soluzione di continuità.
.A tale società saranno cedute le attività e i lavoratori da parte di Cariparma e Friuladria, mentre Carispezia e Calit forniranno solo un apporto finanziario; saranno interessati dalla cessione 583 dipendenti Cariparma e 95 dipendenti Friuladria e i colleghi attualmente distaccati presso le strutture interessate manterrebbero l’istituto del distacco: 15 lavoratori Friuladria, 4 lavoratori Carispezia e 2 figure apicali di Cariparma.
Nessun processo di mobilità del personale dovrebbe verificarsi, perché l’Azienda ha dichiarato che la sede di lavoro dei colleghi resterà quella attualmente assegnata.
L’avvio del consorzio è previsto per il 1 settembre 2015; le attività conferite saranno quelle relative a:
sistemi informativi, demand, processi, sicurezza logica e business continuity, gestione tecnica e sicurezza immobili, acquisti e gestione immobili, Amministrazione del Personale, gestione del servizio.
L’azienda ha presentato la creazione del Back Office Mutui in cui intende far confluire i lavoratori che si occupano del perfezionamento dei mutui presso le Direzioni Territoriali di Rete allo scopo di farli confluire nel costituendo consorzio; i colleghi coinvolti saranno per: D.T. Campania. 4, D.T. Emilia 4, D.T. Lombardia Est 3, D.T. Parma 5, D.T. Piacenza 5, D. T. Piemonte 4, D.T. Toscana 5, D.T. Roma 5, D.T. Milano 9, D.T. Friulgiulia 2, D.T. Friulveneta 3, D.T. Veneta 3.
In occasione del prossimo incontro con l’Azienda, previsto per il 27 maggio, cominceremo a verificare quali effetti il progetto di costituzione della nuova Società consortile determinerà sugli assetti del Gruppo e delle persone che vi saranno conferite, allo scopo di individuare tutte le misure necessarie a gestirne senza conseguenze negative le ricadute sui lavoratori.
Dell’evoluzione della trattativa provvederemo ad informare puntualmente tutti i colleghi interessati con i quali ci incontreremo, in occasione di apposite assemblee, non appena gli sviluppi negoziali consentiranno di delineare una prospettiva di accordo.
Parma, 22 maggio 2015

documento

Back to top button