UnipolSai: contratto nazionale, riorganizzazione, siamo pronti al confronto

By: zeevveezCC BY 2.0

Il 5 giugno u.s le segreterie congiunte Unipolsai della FISAC CGIL si sono riunite a Bologna, alla presenza dei Segretari Nazionali, per approfondire l’analisi sulla fase in corso e per rafforzare l’azione in vista dei prossimi impegni sindacali.

In via prioritaria in merito all’applicazione del CCNL ANIA attualmente in fase di rinnovo, abbiamo riaffermato, al di là di dichiarazioni rilasciate alla stampa dal A.D. Carlo Cimbri, la centralità del contratto nazionale e la piena esigibilità delle garanzie di applicazione dello stesso, contenute nel verbale che fu condiviso da tutte e cinque le Organizzazioni Sindacali, e poi divenuto allegato dell’accordo del 29/12/2014, sottoscritto da Fisac Cgil, First Cisl e Uilca.

Abbiamo poi convenuto sull’opportunità di provare a ricomporre il quadro unitario: nella convinzione che la linea fin qui seguita dalla Fisac Cgil -e dalle sigle confederali firmatarie del citato accordo- sia riuscita a salvaguardare le esigenze collettive di migliaia di lavoratori del nostro Gruppo (evitando ogni ricaduta sociale per i 2.240 esuberi dichiarati dall’impresa in una imponente riorganizzazione in cui abbiamo dovuto difendere i posti di lavoro), auspichiamo che una diversa valutazione sul merito delle uscite di chi aveva già maturato i requisiti pensionistici non continui a produrre comunicati strumentali in cui tale vicenda viene impropriamente utilizzata per indebolire le posizioni sindacali su altre vertenze in atto e per dividere le situazioni dei lavoratori a scapito dei giovani e dei precari.

Superare le divisioni ci pare l’atteggiamento più serio e responsabile, in vista dei prossimi importanti appuntamenti sindacali, in particolar modo delle prossime fasi della riorganizzazione in atto e della complessa armonizzazione dei contratti integrativi aziendali.

In merito a quest’ultimo punto, la FISAC CGIL ha esaurito la fase di analisi e valutazione dei due contratti ed è pronta a confrontarsi con le altre Organizzazioni, per elaborare quanto prima una piattaforma da sottoporre in tempi brevi all’approvazione dei lavoratori e da presentare poi all’Azienda.

Allo stesso modo ci accingiamo ad affrontare i numerosi appuntamenti in calendario, molti dei quali legati alle previsioni dell’accordo del 29/12/2014:

  • il 12 giugno, esame e discussione dei piani formativi finanziati da FBA
  • il 17 giugno, la prosecuzione del confronto sul cantiere sinistri
  • nella seconda metà di giugno, la prosecuzione del confronto su PAS (piano industriale e applicazione CIA Unipol)
  • nel mese di luglio, le procedure di fusione per incorporazione di Liguria, Liguria Vita, UnipolSai Real Estate, Europa Tutela Giudiziaria, Systema e altre società nella Capogruppo UnipolSai
  • il confronto per gli ultimi cantieri previsti dal Piano di Riorganizzazione (IT e Danni)
  • il confronto per la determinazione dei PAV, ricordando che, per i colleghi cui si applica il CIA Unipol, la relativa erogazione è prevista nel mese di luglio
  • dopo i tavoli paritetici sulle sedi di Roma, Napoli, Torino e Firenze, la prosecuzione con il focus sulle sedi di Bologna e Milano.

Come sempre, sarà fondamentale il vostro supporto e sostegno in tutte le fasi del confronto con l’Azienda.

Infine, abbiamo condiviso la necessità di avviare, nei prossimi mesi, un percorso congressuale della FISAC CGIL Unipolsai, finalizzato a darci una nuova struttura, più adeguata e rispondente alla nuova realtà del gruppo e alle esigenze e aspettative dei lavoratori.

Cari saluti

SEGRETERIE CONGIUNTE UNIPOLSAI E SEGRETERIA NAZIONALE FISAC CGIL

Back to top button