Cariparma: trattativa consorzio

By: GotCreditCC BY 2.0

Proseguono gli incontri riguardo la costituzione del Consorzio, unitamente al confronto sui progetti Task Force Rinegoziazione Mutui e Credit Collection che interessano i colleghi di Friuladria. A proposito di questi ultimi due progetti, nonostante il mancato raggiungimento di un accordo entro i tempi tecnici previsti dalla procedura del CCNL, le parti hanno comunque concordato di proseguire la discussione.

Relativamente al Consorzio l’Azienda ha fornito ulteriori informazioni utili al proseguimento della trattativa ed ha accolto diverse richieste delle scriventi OO.SS. che specifichiamo a seguire:

  • E’ stato ribadito che la costituenda società consortile sarà iscritta all’ABI e che quindi verrà garantita l’applicazione del CCNL ABI;
  • Riguardo l’assistenza sanitaria i colleghi provenienti da Cariparma continueranno a fruire della polizza attualmente prevista per il 2015 ed i colleghi provenienti da Friuladria potranno continuare a fruire dell’assistenza del FIM che dovrà avviare, a tal scopo, le procedure per le modifiche statutarie necessarie. La forma di copertura sanitaria per il personale assunto ex novo nel Consorzio sarà argomento di trattativa.
  • I colleghi provenienti da Cariparma potranno mantenere l’iscrizione alla “Cassa Mutua” purchè si provveda alle modifiche statutarie previste;
  • I dipendenti con contratto a tempo parziale che confluiranno nel Consorzio saranno 78 (55 in Cariparma e 23 in FriulAdria) di cui 38 in scadenza nel 2015, 25 nel 2016, 2 nel 2017 e 13 a tempo indeterminato. Le scadenze attualmente previste saranno mantenute ed i rinnovi avverranno con le regole già stabilite negli accordi di gruppo vigenti;
  • I piani ferie, in via generale, rimarranno confermati, anche se non è escluso che alcune posizioni individuali possano essere soggette a variazioni;
  • Gli apprendisti coinvolti nel progetto sono due;
  • Non è previsto alcun impatto su mansioni e inquadramenti;
  • I colleghi attualmente distaccati manterranno tale regime;
  • Le ferie, il monte ore di banca ore e permessi saranno trasferiti e mantenuti nel Consorzio.
  • Con riferimento alla previdenza complementare, sarà possibile per tutti mantenere l’iscrizione al Fondo di Gruppo. Chi è iscritto, in forza i accordi di cessioni precedenti, ad altri Fondi, potrà mantenere tale situazione solo se il fondo terzo lo consentirà. Le OO.SS. hanno sollevato il problema di beneficiari di forme previdenziali alternative, seppur residuali.
  • Saranno mantenute le condizioni bancarie agevolate della banca cedente;
  • L’Azienda si è resa disponibile a trattare con le OO.SS l’applicazione, per l’anno corrente, delle discipline inerenti al Vap ed al sistema incentivante.

Riguardo il tema cardine delle garanzie/salvaguardie, le OO.SS. hanno respinto la proposta della controparte di un impegno meramente finalizzato ad un confronto tra le parti nel caso di eventuali e future criticità che dovessero coinvolgere la Società Consortile ed hanno fortemente ribadito la necessità di regolamentare la materia all’interno dell’accordo, con particolare focalizzazione sulla portata temporale e sulla declinazione delle casistiche oggetto delle garanzie stesse.
Le parti hanno inoltre condiviso l’opportunità di confrontarsi sul tema della Mobilità infragruppo e sulla contrattazione di secondo livello anche a beneficio del Personale assunto presso la società consortile post costituzione della stessa.

Parma, 10 giugno 2015
LE SEGRETERIE DEL GRUPPO CARIPARMA CREDIT AGRICOLE

Fabi – First Cisl – Fisac Cgil – Sinfub – Ugl Credito – Uilca – Unisin

Back to top button