Unicredit: riordino welfare aziendale

In data 13 Aprile sono state raggiunte intese sui seguenti argomenti di concreto interesse.
Nuovi modelli di famiglia
Partendo dalla dichiarazione congiunta del CAE sulla non discriminazione, il protocollo firmato stabilisce che, in tutti i confronti di natura sindacale, le parti realizzeranno azioni concrete per promuovere e sostenere politiche di pari opportunità, di attenzione alla persona e alla famiglia nei suoi vari modelli caratterizzati da una stabile relazione sentimentale, anche di fatto.
Speciale erogazione (ex 25°)
L’accordo per la speciale erogazione (ex 25°) prevede la stessa costruzione di calcolo dell’erogazione dell’ex 35°. La base di calcolo sarà la RAL a giugno 2014, mentre il tasso di anti durata sarà dello 0,8% per ogni anno che manca al raggiungimento dei 25 anni di servizio, si tratta di un tasso inferiore rispetto a quello del 35esimo (2%). A coloro che hanno maturato i 25 anni tra luglio 2014 e giugno 2016 non verrà calcolata la percentuale di anti durata e l’erogazione sarà piena.
In caso di erogazione a welfare l’importo, calcolato secondo i suddetti criteri, verrà incrementato del 20%.
Pertanto, questa sarà l’ erogazione complessiva che comparirà a portale nella prima decade di maggio, mentre la disponibilità in conto Welfare sarà attiva a partire dal mese di luglio.
Rispetto alla modalità di erogazione temporale a conto welfare si potrà scegliere tra tre diverse ipotesi:
 3 tranche: un terzo 2016 – un terzo 2017 – un terzo 2018 (questa è l’opzione di default);
 3 tranche: un terzo 2017 – un terzo 2018 – un terzo 2019;
 unica erogazione tutta sulla fiscalità 2016.
Nei casi di impossibilità di utilizzo a welfare aziendale, ovvero di espressa rinuncia all’elargizione da parte del lavoratore, verrà erogato un diverso importo monetario (cash) calcolato sul montante come sopra definito ( rateo speciale elargizione + 20 % ) decurtato quindi del 17 %; il riconoscimento avverrà con il cedolino stipendio del mese di luglio 2016.
Con le stesse tempistiche si aprirà a portale la scelta per il VAP 2015 (1000 € a welfare o 650€ cash).
Quindi nella fiscalità 2016 relativa al conto welfare si potrebbero sommare:
 il premio 2014 (1140 € welfare scelta già effettuata in novembre 2014),
 il premio 2015 che verrà erogato a giugno 2016 (1000 € a welfare)
 la speciale elargizione.
Per questo abbiamo condiviso l’allargamento delle casistiche di utilizzo del conto welfare utilizzando le opportunità offerte dalla legge di stabilità 2016.
In particolare :
 abbonamenti trasporto casa lavoro per dipendenti (con partenza pilota sulla piazza di Milano nel 2° semestre del 2016, in quanto al momento ATM è l’unica azienda in grado di attivare questo
particolare tipo di abbonamento)
 rimborso spese per famigliari non autosufficienti (nel 2° semestre 2016);
 servizi integrativi per l’istruzione pre-scuola, post-scuola, trasporti (dal 2° semestre 2016);
 previdenza complementare famigliari a carico (dal 2017);
 reintegro anticipazioni fondo pensioni (dal 2017);
 pacchetti aggiuntivi Uni.CA (dal 2017).
Verrà, infine, ripristinata la consegna della spilla al 25esimo anno di servizio e della medaglia al 35esimo anno di servizio.
Agevolazioni Creditizie
La revisione in senso migliorativo delle agevolazioni creditizie è stata effettuata con l’obiettivo di giungere ad una maggiore equità e omogeneizzazione tra i Dipendenti; le varie condizioni tengono conto, comunque, sempre del merito creditizio e della capacità di esdebitazione del singolo. Di seguito trovate un elenco delle varie modifiche e miglioramenti che verranno applicate, salvo casi particolari, dal 01/01/2017.
Scoperti di c/c
Per le Aree Professionali lo scoperto passa da 5.000 € a 7.500 €; per i QD da 7.500€ a 10.000€. Questa possibilità partirà a luglio 2016.
Prestiti personali
La durata massima passa da 5 a 10 anni. Per i prestiti in essere si potrà ridefinire la durata del prestito residuo. Questa possibilità partirà a luglio 2016.
Il prestito personale da credito al consumo si trasforma in credito finalizzato con ampliamento delle causali (es. licenza commerciale anche per figli ecc.).
Sovvenzioni
Vengono create due nuove fasce: Aree Professionali, QD1 QD2 € 15.000; QD 3 QD 4 e Dirigenti € 30.000. E’ previsto inoltre un allargamento delle causali per:
 spese sanitarie e dentarie;
 riscatto laurea anche per i famigliari conviventi;
 oltre all’acquisto dell’auto, allargamento alle motociclette ed alle biciclette assistite;
 formazione per il dipendente e per i figli;
 saldo del prezzo dell’immobile, per la parte non coperta dal mutuo;
 ristrutturazioni: allargamento anche alla manutenzione ordinaria.
Per quanto riguarda il superamento della garanzia del TFR, la problematica verrà affrontata all’interno del ridisegno della previdenza complementare.
Mutui ipotecari
Si allargano le casistiche per poter usufruire del mutuo ipotecario:
 ristrutturazioni edilizie (presentazione della domanda dal 1° ottobre 2016) anche su immobili non destinati ad abitazione principale;
 acquisto abitazione locata o della nuda proprietà;
 mutuo in sostituzione (processo equivalente alla surroga) con accesso ai tassi agevolati previsti per tutti i dipendenti, relativamente a contratti stipulati presso un’altra banca, con finanziamento delle spese notarili connesse all’operazione;
 i neoassunti dal novembre 2010 al giugno 2014 (privi di accesso ai mutui agevolati) avranno la facoltà di estinguere il mutuo contratto in Unicredit, contraendo un mutuo in sostituzione a tasso agevolato per i dipendenti, senza spese notarili.
In linea generale si potrà richiedere il rimborso con rata mensile in luogo di quella trimestrale, anche sui mutui in essere.
I tassi restano invariati, così come viene confermata la possibilità di stipulare il mutuo tutto al terzo tasso, mentre vengono unificate le tre vecchie fasce, in relazione all’inquadramento, in una fascia uguale per tutte le categorie equivalente alla vecchia fascia dei QD3/QD4.
La nuova fascia unica sarà per tutti i dipendenti:
• € 125.000 primo tasso 1,25%
• € 125.000 secondo tasso 2,00%
• Ulteriore importo terzo tasso : EURIBOR a 3 mesi + spread 0,50% (variabile) IRS di periodo + spread 0,50% (fisso)
(con ulteriori scaglioni per le percentuali sopra l’80% del valore dell’immobile).
La possibilità di mutuo agevolato per l’abitazione secondaria viene estesa anche alle aree professionali e ai QD1 e QD2 alle medesime condizioni finora previste per QD3/QD4 Dirigenti.
In riferimento all’approfondimento effettuato sui mutui in convenzione ante 1 agosto 2008 delle ex banche, dove emerge una situazione di grande criticità relativamente ai tassi di interesse, sono necessari ulteriori approfondimenti atti a trovare una soluzione definitiva ed equilibrata, con l’impegno a definire la problematica entro il mese di maggio 2016.
Anticipazione TFR
Alle causali di anticipazione attualmente previste si aggiungono:
 la possibilità di chiedere l’anticipazione del TFR per il riscatto previdenziale a vario titolo dei periodi scoperti compresa la laurea, per il dipendente ed i famigliari conviventi;
 le spese di ristrutturazione anche di tipo ordinario;.
Viene inoltre allargata ai famigliari conviventi anche l’anticipazione per le spese sanitarie assistenziali.
Si tratta di un’importante e significativa risposta a tematiche da tempo oggetto di richieste da parte delle OO.SS. e di ulteriore passo in avanti del percorso avviato l’8 ottobre dello
scorso anno volto a favorire, nel Gruppo UniCredit, politiche di welfare aziendale capaci di assicurare un sempre maggiore benessere ed equità a tutti i Lavoratori/trici. L’obiettivo è
quello di renderlo il più possibile personalizzabile, efficiente, sostenibile in una logica di equità distributiva, destinando a tale scopo i risparmi derivanti dalla razionalizzazione e
riduzione di sprechi e duplicazioni.
Milano 15 aprile 2016
Le Segreterie di coordinamento
Fabi-First/Cisl-Fisac/Cgil-Sinfub-UGL Credito-UilCA-Unisin
Gruppo UniCredit

comunicato

Back to top button