Veneto: Referendum Costituzionale, Verona aderisce al Comitato per il NO

logo-comitato-no14

La FISAC/CGIL di Verona aderisce al Coordinamento Veronese per la Democrazia Costituzionale

La Segreteria della Fisac/CGIL di Verona ha affrontato la discussione sui contenuti della
riforma costituzionale coinvolgendo il Comitato Direttivo in due occasioni affinché il dibattito e gli
approfondimenti consentissero un giudizio esclusivamente di merito.
Il confronto è stato ampio e partecipato e il gruppo dirigente del territorio veronese ha
espresso un giudizio fortemente negativo dei testi di legge.
Il combinato disposto del nuovo sistema elettorale con la riforma costituzionale
rappresenta un’aggravante che rende ancor più necessario attivarsi perché il referendum veda un
netto prevalere dei NO.
La Segreteria della Fisac CGIL di Verona ha aderito al Coordinamento Veronese per la
Democrazia Costituzionale.
La campagna di raccolta firme da parte della CGIL per la Carta dei diritti e per i tre referendum
abrogativi, che si sta tenendo in questi giorni, e il convinto NO alla riforma costituzionale
appartengono idealmente alla medesima battaglia di libertà che cerca di ripristinare i giusti
equilibri in una società sempre più sbilanciata verso chi detiene il potere, in cui la sovranità del
popolo e i diritti dei più deboli vengono quotidianamente messi in discussione.

Verona, 26 giugno 2016
La Segreteria Provinciale
FISAC/CGIL VERONA

scarica comunicato

Back to top button