Cattolica, botta e risposta

Il CdA di Cattolica del 4 aprile ha deliberato l’esercizio dell’opzione put per la vendita della propria quota di Berica Vita, Cattolica Life e Abc Assicura; secondo quanto riporta MF avrebbe anche chiesto un risarcimento per il danno finanziario subito, pur essendosi astenuta nel 2016 dall’azione di responsabilità.

La nostra organizzazione martedì 11/4 ha chiesto un incontro specifico in cui avere chiarimenti sui riflessi che questa querelle potrebbe avere sul futuro dell’intero Gruppo Cattolica.

Lo stesso giorno l’Azienda ha comunicato alle OO.SS. che proprio l’emergere di nuovi e preoccupanti elementi di scenario determinano la necessità di un supplemento di riflessione sulle richieste fatte dal Sindacato nei mesi scorsi relativamente alle condizioni economiche ed alle garanzie occupazionali per l’apertura di un nuovo bando di accesso al Fondo di Solidarietà.

L’azienda, in attesa di avere qualche schiarita maggiore sugli scenari futuri, sarebbe al momento disposta solamente a replicare, e per il solo 2017 e 2018, le condizioni concordate per il bando 2015- 2016, pur consapevole del fatto che gli assegni di pensione si stanno contraendo in misura evidente rispetto all’ultimo stipendio (con tassi di sostituzione sempre più vicini al 60%) e che questo renderebbe meno appetibile l’adesione dei colleghi.

La Fisac-Cgil ha manifestato grande preoccupazione per questa nuova impostazione aziendale e, a maggior ragione, ritiene indispensabile dare elementi di garanzia sia a chi vorrà aderire sia, e soprattutto, a chi non può aderirvi (ovvero la stragrande maggioranza dei colleghi), con un occhio anche alla stabilizzazione dei giovani precari, sempre più presenti nel nostro Gruppo.

La Fisac-Cgil intende coalizzare l’azione sindacale su una serie di richieste da indirizzare unitariamente all’Azienda, e coinvolgere i lavoratori perché la tutela dell’occupazione diventi in questa fase il punto centrale dell’azione sindacale nel Gruppo.

Sollecitiamo l’Azienda a condividere col Sindacato in un prossimo e urgente incontro le linee di sviluppo in cui si concretizzerà il prossimo piano industriale del Gruppo Cattolica, perché il mantenimento dell’occupazione è strettamente correlato alle linee strategiche di sviluppo ed al mantenimento/reinternalizzazione delle attività nel perimetro del Gruppo.

Milano, Roma, Verona, 21 Aprile 2017 FISAC-CGIL GRUPPO CATTOLICA

Scarica il comunicato