Unicredit: approvazione bilancio 2016 e riforme statutarie del Fondo Pensione

I Consiglieri del Fondo Pensione per il Personale delle Aziende del Gruppo Unicredit, hanno, nel consueto incontro annuale svoltosi il giorno 21 c.m., illustrato alle scriventi OO.SS. i dati annuali di bilancio, nonché l’andamento triennale del Fondo stesso.

Nel corso dell’anno 2016 la Covip ha intensificato il suo intervento nella gestione e sulla vigilanza sui Fondi Pensione, impegnandoli ad una nuova serie di incombenze sempre più stringenti e a rendicontazioni più frequenti sui sistemi di controllo dei vari processi. Alcune modifiche si sono rese pertanto necessarie in recepimento di specifiche e cogenti direttive.

I Bilanci Tecnici che il C.d.A. ha ritenuto di effettuare annualmente anziché in maniera triennale, come previsto dall’Autorità di Vigilanza, hanno confermato il sostanziale equilibrio del Fondo.

Sono state rinnovate e stipulate nuove convenzioni con altrettanti Advisor Finanziari (Mercer) ed Advisor Risk (Fondaco SpA) per la gestione delle posizioni e l’erogazione delle prestazioni (pensioni):

– Parametrica srl (relativamente alla Sezione I);
– Accenture Managed Services SpA (relativamente alla Sezione II);

Ciò ci ha consentito, di migliorare sensibilmente i servizi offerti rispetto ad un numero crescente di posizioni (sia in entrata che in uscita per esodi).

E’ terminata la realizzazione della prima fase della confluenza dei 21 Fondi a prestazione definita, cosidetti Fondi Interni a bilancio della banca, nel Fondo Pensione per il personale delle Aziende del Gruppo Unicredit.

A seguito di detta confluenza si è resa necessaria l’apertura della Sezione IV dove sono state trasferite tutte le posizione attive e differite degli iscritti a tali fondi, mantenendone tutte le prerogative originarie, aggiungendo a seguito di accordo stipulato fra le OO.SS. e l’azienda la possibilità dei predetti partecipanti di zainettare la loro posizione e trasferirla in una posizione individuale da accendersi presso la Sezione II del Fondo di gruppo.

E’ stato ulteriormente implementato il sito del Fondo di Gruppo con nuove funzionalità che lo hanno reso ancora più accessibile e fruibile anche sulle nuove piattaforme (tablet, smartphone) con un forte gradimento da parte degli iscritti.

Il 2016 ha visto la conferma, a livello globale, delle tendenze in atto di una crescita stabile ma moderata, l’anno è stato caratterizzato da segnali macroeconomici variegati, è stato un anno di shock politici, conseguenti picchi di volatilità nei mercati finanziari e preoccupazioni riguardo la tenuta dell’Europa. Il patrimonio netto complessivo del Fondo (Conti statutari) a fine 2016 ammonta a Euro 3.132.689.527, in aumento rispetto al 2015 di Euro 184.732.685 (+6,27%).

Sezione I a capitalizzazione collettiva

Il patrimonio netto complessivo a fine 2016 ammonta ad Euro 1.258.439.126, di cui Euro 1.255.573.768 di competenza della Sezione I (con una diminuzione di Euro 896.477, pari al -0,07% rispetto al 2015) ed Euro 2.865.358 di competenza dei pensionati della Sezione II (incremento di Euro 663.344, pari al 30,12% rispetto al 2015).

Il patrimonio immobiliare del Fondo Pensione è rappresentato da immobili detenuti direttamente pari a € 198.898.719, da quote del Fondo comune di investimento immobiliare di tipo chiuso EFFEPI Real Estate SgR, costituito nel 2012 mediante l’apporto di una quota del patrimonio immobiliare del Fondo e gestito dalla società Generali Immobiliare Italia SGR S.p.a. oggi pari a 478M di euro con un incremento del 2,53% rispetto al 2015, e da alcune quote del Fondo Comune di Investimento Immobiliare Chiuso IDeA FIMIT SVILUPPO Comparto Uno e fondo Roma Santa Palomba SH.

Relativamente alla parte di immobili detenuti direttamente, in esecuzione della strategia complessiva di portafoglio che prevede una riduzione dell’esposizione nell’asset class immobiliare, nel corso del 2016 il Fondo ha dato ulteriore impulso al piano di dismissione; in dettaglio ciò ha comportato la vendita per Via Poma di superfici pari al 64% dell’immobile, per via Melloni al 54% dell’immobile e per Via Mameli al 27% dell’immobile. Le cessioni hanno consentito di realizzare una plusvalenza complessiva dell’8,15%. L’attività di vendita si è implementata con la collocazione in vendita frazionata degli immobili di Porta Tenaglia e di Via Unione e proseguirà nel corso del 2017.

Nel 2016 il risultato finanziario netto annuo della Sez. I è stato del 3,27% Il rendimento è stato conseguito per l’81,04% dal rendimento degli investimenti finanziari e per il restante 18,96% dal complesso degli investimenti immobiliari. Il Fondo ha continuato l’attività diretta alla locazione degli spazi sfitti, al rinnovo anticipato dei contratti ed alla gestione degli interventi di manutenzione straordinaria su parte del patrimonio immobiliare.

Nel corso dell’esercizio è stata presa la sofferta, ma inevitabile decisione di adeguare le prestazioni della Sez. 1 alle mutate condizioni attuariali conseguenti, da un lato, al perdurare della crisi finanziaria del 2008 e dall’altro alle recenti intese raggiunte tra Azienda e Organizzazioni sindacali in materia di uscite volontarie del personale in esubero attraverso il Fondo di sostegno al reddito.

Non dobbiamo mai dimenticare che il compito di un Fondo pensione, in quanto gestore di previdenza, è non soltanto quello di restituire, meglio ancora se adeguatamente rivalutato, il capitale accumulato dagli iscritti ma anche di garantire il pagamento delle pensioni di oggi e di quelle di domani.

Sezione II a capitalizzazione individuale

In questo ultimo anno il patrimonio netto degli iscritti alla Sezione II è passato dai circa 1.280 Mil. del 2012 ai 1.872 Mil. del 2016.
L’ammontare complessivo del patrimonio della Sezione II a fine 2016 risulta pari Euro 1.872.428.884, contro Euro 1.687.312.942 di fine 2015 (+10,97%), ed è così ripartito:

Comparto 3 anni

Il patrimonio netto a fine anno è di Euro 898.250.313, con un rendimento positivo netto pari al 3,59%. Il saldo della gestione previdenziale ammonta ad Euro 27.473.113. Il risultato dell’esercizio 2016, depurato della componente previdenziale, è di Euro 31.062.366.
Comparto 10 anni

Il patrimonio netto a fine anno risulta pari ad Euro 345.764.763, con un rendimento positivo netto pari al 4,31%. Il saldo della gestione previdenziale ammonta ad € 15.569.742. Il risultato dell’esercizio 2016, depurato della componente previdenziale, è di Euro 14.151.353.

Comparto 15 anni

Il patrimonio netto a fine anno risulta pari a Euro 378.907.718, con un rendimento positivo netto pari al 4,46%. Il saldo della gestione previdenziale ammonta ad Euro 19.628.545. Il risultato dell’esercizio 2016, depurato della componente previdenziale, è di Euro 15.994.805.

Comparto garantito

L’ammontare delle riserve presso Allianz è pari a Euro 249.506.090, con un rendimento, al netto dell’imposta sostitutiva, pari a 2,27%.

Obiettivi per il futuro biennio 2017/2018

In sintesi, tali obiettivi possono essere così riassunti:

– alla luce della forte instabilità e volatilità dei mercati finanziari, monitoraggio costante degli investimenti mobiliari, ricercando il giusto equilibrio rischio/rendimento, mantenendo un adeguato livello di controllo dei rischi;
– monitoraggio costante degli investimenti immobiliari, attraverso un controllo attivo sulla gestione dell’operatività della SGR (Generali) per quanto riguarda il Fondo Immobiliare;
– per gli immobili detenuti direttamente dal Fondo di Gruppo, il proseguimento e l’impulso alla dismissione, con il contestuale prosieguo degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria al fine di migliorare la qualità e l’attrattività sul mercato degli immobili;
– mantenimento e miglioramento dell’analisi dei vari processi operativi per renderli più rispondenti alle esigenze degli iscritti.

Il Bilancio del fondo sarà posto all’approvazione dell’Assemblea Ordinaria degli Iscritti in prima convocazione esclusivamente nella giornata del 28 aprile si voterà in contemporanea a mezzo Assemblea Straordinaria degli Iscritti per l’approvazione delle modifiche statutarie.

La seconda convocazione è prevista – dal 29 maggio al 23 giugno p.v. – in via ordinaria e straordinaria per:

==> parte “ordinaria”,
a) Approvazione del bilancio al 31 dicembre 2016, corredato dalle Relazioni del Consiglio di Amministrazione e della Società di Revisione; Relazione del Collegio Sindacale;

==> parte “straordinaria”,
a) Approvazione delle modifiche da apportare agli artt. 8 “Iscrizioni al Fondo dei Dipendenti delle Aziende del Gruppo” e 13 “Spese”
b) Approvazione delle modifiche da apportare agli art. 39 “Sospensione del rapporto di lavoro”
c) Approvazione delle modifiche da apportare agli artt. 51 “Composizione, nomina e requisiti dei Consiglieri di Amministrazione” e 55 “Competenze e funzioni del Consiglio di Amministrazione” per effetto degli accordi intercorsi tra Unicredit SpA e le Rappresentanze Sindacali in data 04 febbraio 2017.

Le Segreterie di Gruppo

– scarica il documento allegato


Per ulteriori informazioni: http://www.unicredito.fisac.cgil.it/record.php?ID=101271

Photo by reynermedia