Fruendo: comunicato sui futuri piani aziendali

1 - Fabi 2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca 7 - Unisin

COMUNICATO

Firenze, 11 ottobre 2017
Dopo un primo confronto tra Azienda ed  OOSS,  a seguito dell’impegno preso formalmente dall’A.D Stefano Aiazzi, comunichiamo quelli che saranno i piani aziendali in merito alle integrazioni previste in relazione alle uscite per il Fondo di Solidarietà di Settore:

Assunzioni a tempo indeterminato:

  • 7 familiari di colleghi deceduti in servizio dal 01/01/2014
  • 4 stabilizzazioni interinali sulla piazza di Roma
  • 19 nuovi contratti (parte di distacchi da soci)

Totale 30

Assunzioni a tempo determinato:

  • 11 parte di ex interinali sulla piazza di Siena più nuove risorse
  • 19 nuove risorse su varie piazze (Siena – Firenze – Roma come già previsto, più altre possibili sui restanti Poli)

Totale 30

Interinali commessa  “successioni” 20 risorse su Firenze

Delle assunzioni a tempo determinato e degli interinali (circa 50 totali), l’azienda conferma che ne assumerà con contratto a tempo indeterminato almeno il 50%  (n.25 unità) entro il 01/09/2018. La verifica delle stabilizzazioni e del rispetto di questi impegni, sarà in carico alla commissione bilaterale prevista dall’accordo di luglio 2017. ( Primo incontro  fissato per il 14/11/2017 ). Come già anticipato negli incontri precedenti, la gestione del reintegro degli addetti non più in servizio su alcune portinerie, verrà affidata in appalto ed impiegherà ulteriori 30 risorse.

Nella parte finale dell’incontro si è discusso e poi siglato l’accordo per la proroga dei termini per  il Fondo di Solidarietà di Settore dal 01/09/2017 al 31/12/2017. Vi potranno aderire i colleghi che maturano i requisiti AGO dall’01/09/2022 al 01/01/2023.

In relazione alla riorganizzazione prevista, l’azienda ha confermato la pubblicazione del nuovo organigramma entro la prossima settimana. Le OOSS prendono atto dell’apertura aziendale sulla quantificazione totale delle risorse da reinserire, sull’apertura alla stabilizzazione delle risorse in questione ma evidenziano la  mancata distribuzione delle nuove assunzioni su tutti i poli, richiedendo una revisione di questa decisione.

Le Segreterie

Back to top button