Riscossioni: libertà sindacali

Ieri, mercoledì 20 febbraio si é tenuto l’incontro richiesto dalle Segreterie Nazionali su diversi temi all’ordine del giorno. 
Innanzitutto sono state evidenziate alcune criticità e differenze interpretative rispetto alle modalità di comunicazione e fruizione dei permessi, emerse in fase di prima applicazione del Protocollo sulle Libertà sindacali. Dopo i necessari chiarimenti si é proceduto alla sottoscrizione di un verbale, che inviamo in allegato.  L’incontro è stato utile anche per procedere all’interpretazione corretta del protocollo del 26/7/12, anche chiarendo che per la trattativa di armonizzazione i dirigenti sindacali da considerare in franchigia, e per i quali è previsto il rimborso spese sono tre. 
Nel corso dell’incontro è emersa la volontà aziendale di rinnovare l’accordo per l’utilizzo del Fondo di Solidarietà di settore, che a partire dal 1° luglio 2013 dovrà essere obbligatoriamente adeguato alla Legge Fornero. Nelle more dell’adeguamento, e pertanto a partire da quella data e fino a nuovo regolamento –  ha precisato l’azienda riportando la posizione dell’INPS  -, non potranno più essere attivate le prestazioni straordinarie, ma solo quelle ordinarie. Le parti si incontreranno la prossima settimana per il confronto relativo. 
Al termine dell’incontro le Segreterie Nazionali hanno sollecitato controparte a fissare l’incontro con l’AD sig. Mineo sul delicato  tema dell'”armonizzazione”, che stenta a trovare una positiva soluzione particolarmente a causa delle posizioni incoerenti e confuse espresse ai diversi tavoli da controparte. Le Segreterie Nazionali ritengono fortemente negativa e non più procrastinabile tale situazione, anche tenuto conto dello stato di “esasperazione applicativa” dei CIA cui sono giunte le tre aziende. Di pari importanza è l’azione di difesa della categoria, che continuiamo e dovremo cercare di portare avanti e sollecitare in ogni contesto, rispetto alle azioni di “sciacallaggio mediatico” ad opera di politici e demagoghi privi del senso delle Istituzioni ed alla ricerca furbesca quanto politicamente scorretta di facile consenso tra gli elettori. Al riguardo le Segreterie Nazionali, visto il ripetersi di situazioni di tensione e purtroppo anche di aggressione alle persone, hanno oggi assunto una dura presa di posizione attraverso un comunicato stampa inviato a tutte le Agenzie, in difesa della funzione sociale e della dignità dei lavoratori esattoriali. Ancora di più risulta importante continuare e rafforzare ogni possibile iniziativa di prevenzione e difesa della sicurezza e dell’incolumità dei colleghi: a tale fine invitiamo le strutture aziendali a pretendere il massimo rispetto delle norme di sicurezza, ed a rivendicare la messa in opera di ogni concreta iniziativa utile a tale scopo . 
Vi terremo aggiornati sull’esito dei prossimi incontri.
 Le Segreterie Nazionali

VERBALE INTERPRETATIVO ACCORDO LIBERTA’ SINDACALI

Back to top button