Veneto: Coordinamento donne, giornalino dell’8 marzo

FullSizeRender (5)
Quest’anno abbiamo deciso di trattare il tema del femminismo inteso non come movimento in senso stretto, ma come l’insieme dei diritti e dei valori socialmente riconosciuti che affermano per la donna pari dignità  giuridica, economica, politica e sociale dell’uomo e ne determinano l’emancipazione: abbiamo guardato al passato per capire quanta strada abbiamo fatto e se e dove, ancora oggi, si manifesti il pericolo di derive antifemministe. Abbiamo guardato all’immigrazione, analizzando soprattutto quella femminile, per comprendere qual è il filo conduttore che tiene insieme la condizione delle donne di culture e terre diverse.
Abbiamo scelto il giallo, colore che rappresenta il desiderio di cambiamento e di liberazione dagli schemi, per noi intesi come ogni stereotipo che classifichi e discrimini le persone in base al sesso, la religione o il colore della pelle….
E abbiamo gridato il nostro “Mai più fascismi!”, perché anche di antifascismo parla il nostro giornalino.
Coordinamento Donne FISAC CGIL Veneto
Back to top button