Unipol: incontro su Auto Presto&Bene, APB Car Service, Alfa E.T., Direzione Finanza e con il direttore Roberto Giay

2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 8 - Fna 9 - Snfia 6 - Uilca

APPROFONDIMENTO Società NO Ccnl Ania: nella mattinata di ieri si è svolto il secondo incontro con l’Azienda di approfondimento sulla specifica attività svolta nelle società: Apb; Alfa Evolution Tecnology; Apb car service (My Glass) e Leithà che applicano il Contratto del Terziario (Commercio), Unisalute Servizi (SiSalute) quello degli studi professionali e Sogeint che applica il CCNL delle agenzie in appalto.

Nel precedente incontro avevamo richiesto di fornire elementi di maggior dettaglio quali il numero dipendenti, gli eventuali distacchi o consulenze, la tipologia e l’articolazione delle attività; gli applicativi utilizzati, i trattamenti economici e normativi; etc.

Il confronto è stato incentrato su:

Auto Presto&Bene

–      Sede società: Torino

–      Proprietà: 100% Unipolsai

–      Applicazione Contrattuale: Ccnl Terziario e Servizi; specifica regolamentazione disciplinata da Contratto Aziendale interno

Organico al 30\06\18: 29 dipendenti della società e 17 lavoratori distaccati da Unipolsai che preservano condizioni contrattuali CCNL ANIA e CIA Gruppo Unipol

–      Attività svolta: gestione del rapporto con carrozzerie fiduciarie (stipula convenzionamenti; verifica livelli di servizio; fatturazione; attività amministrativa in genere; etc.) relativa all’approvvigionamento ricambi per riparazione veicoli a fronte di sinistro stradale con conseguente gestione amministrativa del flusso di acquisizione e fatturazione ad Unipolsai

L’attività peritale è affidata alle “Sale Tecniche”, difatti società a sé stanti, con stima telematica, contraddittorio e definizione del danno in accordo con le carrozzerie fiduciarie

L’Azienda, nell’ illustrazione delle lavorazioni di Apb, ha esplicitato che una parte di esse veniva precedentemente svolta in Unipol assicurazioni, ad esempio la Liquidazione Telematica del danno, così come, lo ricordiamo, avveniva per la gestione del rapporto con carrozzerie (UCDM).

APB Car Service (My Glass)

–      Sede società: Torino

–      Proprietà: 70% Apb; 30% Dira (fornitore cristalli con sede a Cervere – Cuneo).

–   Applicazione Contrattuale: Ccnl Terziario e Servizi; specifica regolamentazione disciplinata da Contratto Aziendale interno (medesimo applicato ad Apb)

–      Organico al 30\06\18: 10 dipendenti della società e 7 lavoratori distaccati da Pas/Apb/altre, che preservano le condizioni contrattuali delle società di appartenenza CCNL ANIA e CIA Gruppo Unipol

–      Attività svolta: convenzionamento con centri riparazione tramite contratti franchising;  sostituzione e riparazione cristalli

Il processo di Liquidazione è in capo ad Unipolsai

Alfa Evolution Tecnology

 –      Sede società: Bologna;  con equa distribuzione di attività anche su Torino

–      Proprietà: 100% Unipolsai. Frutto di internalizzazione da parte del Gruppo dell’attività svolta in passato da Octo Telematics

–      Applicazione Contrattuale: Ccnl Terziario e Servizi; estese  con regolamento aziendale  interno le condizioni di cui al Contratto Aziendale di Apb

–      Organico al 30\06\18: 28 dipendenti della società e 11 lavoratori distaccati da Unipolsai e Pas che preservano le condizioni contrattuali delle società di appartenenza CCNL ANIA e CIA Gruppo Unipol

–      Attività svolta: sviluppare e promuovere servizi di telematica, domotica, etc., con particolare riferimento a tutto ciò che attiene apparecchi elettronici (vedi scatola nera)

Nella discussione, a fronte di sollecitazione, l’Impresa ha motivato la diversa allocazione delle attività nell’ambito di una più ampia strategia industriale che ha l’obiettivo di implementare la propria offerta diservizi anche in settori tradizionalmente a carattere non assicurativo.

Come Sindacato abbiamo condiviso tale obiettivo, nell’ottica di consolidamento e di crescita del Gruppo, da perseguire nel rispetto degli Accordi di tutela occupazionale e professionale dei lavoratori da noi rappresentati, nel pieno rispetto delle corrette applicazioni contrattuali: spostare un’attività da sempre svolta in ambito assicurativo in un’altra società, non cambia la natura dell’attività stessa e non giustifica di certo l’applicazione di un contratto diverso da quello Ania. Inoltre, le scelte aziendali non possono e non devono vedere lavoratori che operano fianco a fianco divisi da trattamenti e condizioni di lavoro assai diversi.

Abbiamo altresì ritenuto insufficiente la ricognizione aziendale sulle attività svolte in quanto mancante di alcune lavorazioni, a nostro avviso riconducibili al perimetro assicurativo.

Questo secondo appuntamento, seppur di carattere generale, ha permesso una disamina delle 3 società oggetto del confronto, ma è risultato estremamente carente proprio nella parte in cui riteniamo vi siano elementi riconducibili ad attività assicurativa: ciclo produttivo\processi, mansioni svolte, interazione con uffici assicurativi, applicativi utilizzati, etc.

Pertanto è stato convenuto di proseguire l’approfondimento nei prossimi incontri nei quali entrare maggiormente nel merito dei sopra citati elementi.

MODIFICHE ORGANIZZATIVE DIREZIONE FINANZA: nel pomeriggio, alla presenza del Direttore dell’Area, è stata illustrata una parziale riorganizzazione che verrà attuata nei prossimi mesi avente per oggetto la specializzazione per tipologia di attività:

–      la gestione degli attivi finanziari (cosiddetta Classe C) presso la sede di Milano, esclusa la Tesoreria che continua ad essere seguita dalla sede di Bologna

–      la gestione finanziaria del conto terzi (cosiddetta Classe D) presso la sede di Bologna

Ciò comporterà:

–  il trasferimento su base volontaria di 6 dipendenti (di cui 3 responsabili e 3 gestori) dalla sede di Bologna alla sede di Milano, in modo che possano continuare a seguire le stesse attività attuali

–  il cambio di attività per 7 dipendenti presso la sede di Bologna e per 8 dipendenti presso la sede di Milano, fermo restando che buona parte di essi in passato hanno già maturato le competenze richieste per la nuova posizione e che comunque saranno previsti appositi piani di aggiornamento professionale per coprire i vari fabbisogni formativi

Nel prendere atto della comunicazione abbiamo ribadito che tutti i trasferimenti dovranno essere improntati all’assoluto rispetto della volontarietà espressa dai singoli colleghi, come disciplinato dagli Accordi in essere.

Con l’occasione abbiamo nuovamente sollecitato la necessità di analizzare il complesso delle attività presenti nelle varie sedi, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, anche in rapporto al numero dei dipendenti presenti, a partire dalla vocazione industriale di Bologna e Milano (a seguire le altre Piazze) da effettuarsi a partire dal mese di settembre, dopo aver esperito il confronto previsto sull’Area Tecnica Danni.

INCONTRO Direzione Generale Area Governance, Risorse Umane e Legale: su convocazione dell’Impresa, a pochi giorni dall’uscita dell’Ordine di Servizio relativo alla modifica Organizzativa che vede confluire le Funzioni del Personale nella Direzione Generale in oggetto ed il passaggio del Dott. Santella ad altri incarichi all’interno del Gruppo, abbiamo incontrato il Direttore cui affidata la nuova responsabilità: Dott. Roberto Giay.

Il confronto si è svolto in un clima particolarmente disteso e colloquiale nel quale l’Impresa ha espresso la volontà di valorizzare la struttura attualmente esistente, nel segno della continuità con quanto fatto fin ora, affermando altresì la piena consapevolezza del ruolo determinante dei lavoratori e del Sindacato nel delicato processo di cambiamento in atto da diversi anni nel nostro Gruppo. Il mercato, difatti, impone la necessità di ampliare la capacità di offerta alla clientela, attraverso dei servizi integrati e tecnologie avanzate.

Abbiamo espresso un positivo giudizio sulla disponibilità dimostrata, confermando la nostra volontà di essere parte attiva nella strategia di cambiamento ed evoluzione del Gruppo purché avvenga in maniera graduale, sostenibile e nel massimo coinvolgimento dei lavoratori interni al Gruppo e delle Organizzazioni sindacali.

Occorrerà attuare percorsi di riconversione e di valorizzazione dei propri dipendenti tramite l’attribuzione del corretto livello di inquadramento, la creazione di concrete prospettive di crescita professionale, la gratificazione per il lavoro svolto, l’opportunità seria e trasparente di accesso alla mobilità professionale.

Come Lavoratori e Sindacato, riaffermando gli obiettivi del percorso CHILAVORACONTA, verificheremo già a partire dai prossimi mesi se le parole saranno tradotte in azioni concrete.

Rappresentanza Sindacale di Gruppo

First CISL – Fisac CGIL –  FNA – SNFIA – Uilca UIL