ER: Cassa di Risparmio in Bologna, una storia lunga 182 anni.


CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA, UNA STORIA LUNGA 182 ANNI.

Da oggi la Cassa di Risparmio in Bologna, per effetto delle riduzione dei marchi previste dal Piano di Impresa 2018-2021 del Gruppo Intesa Sanpaolo, non esiste più come entità giuridica, pertanto ci sembra utile richiamare alla memoria da dove veniamo, in quanto espressione del territorio e della sua storia, augurandoci che, anche per il futuro, si operi sempre con la dovuta attenzione alla territorialità.

La Cassa di Risparmio nasce in Bologna nel 1837, sotto forma di associazione per la Pubblica Beneficenza, su iniziativa di cento privati cittadini, con l’intento di indirizzarne l’ attività a sostegno di iniziative d’interesse generale per la comunità bolognese: scopo dell’impresa era quello di “eccitare il popolo ai risparmi ed offrirgli nel tempo istesso un mezzo di conservarli, formando per tal modo un capitale onde giovarsi in caso di malattia, di vecchiaia ed in qualunque altro straordinario bisogno”. Con la riforma Amato-Ciampi nel 1991 nasce la Cassa di Risparmio in Bologna, società per azioni, mediante lo scorporo dell’attività creditizia da quella filantropica e sociale che vede anche il debutto della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna come soggetto giuridico autonomo. Nel 1992 nasce, per volontà di Carisbo, il Gruppo Bancario CAER e nel ’94 viene incorporata BIMER Banca, l’istituto di credito a medio termine dell’Emilia Romagna: con queste operazioni Carisbo acquisisce la leadership nel medio-lungo termine in regione e la capacità di operare come banca universale sia nel breve che nel medio lungo. Nel ’97 la Banca Popolare dell’Adriatico entra a far parte del gruppo bancario CAER-Carisbo, dando una decisa spinta all’espansione del Gruppo e ponendo le basi per nuove prospettive di sviluppo. Nel febbraio 2000 dalla fusione di Casse Venete e CAER nasce Cardine Banca, la holding del nuovo Gruppo Cardine, costituita da 7 banche retail, una tra le prime otto realtà creditizie del Paese.
Il 1° giugno 2002 segue la fusione per incorporazione di Cardine Banca in Sanpaolo IMI, per dar vita ad una delle maggiori realtà creditizie del Paese, con l’obiettivo di costruire un polo bancario fortemente radicato nei territori di elezione e al tempo stesso di primaria importanza in Italia ed in Europa.

Dal 1 gennaio 2007, a seguito della fusione per incorporazione di Sanpaolo IMI SpA in Banca Intesa SpA, Carisbo fa parte del Gruppo Intesa Sanpaolo.

In queste poche righe abbiamo voluto ricordare la storia della Cassa di Risparmio in Bologna per rendere omaggio alle persone in carne ed ossa che con il loro lavoro hanno contribuito a costruirla.

Foto tratte da “Il Palazzo della Cassa di Risparmio in Bologna “(Giancarlo Roversi)

Cassa di risparmio in Bologna una storia…