Crèdit Agricole Italia: uscite anticipate e interventi per il ricambio generazionale


USCITE ANTICIPATE E INTERVENTI PER IL RICAMBIO GENERAZIONALE

Con l’accordo sottoscritto lo scorso 17 luglio, sono stati definiti alcuni interventi sugli organici con lo scopo di integrare il ricambio generazionale già in atto nel Gruppo.

Le parti, dopo aver analizzato l’andamento delle politiche occupazionali negli ultimi 18 mesi, che registrano 418 assunzioni dal 1 gennaio 2018 ad oggi, a compensazione delle uscite per pensionamenti e Fondi di Solidarietà, hanno definito l’ingresso di almeno 43 risorse (14 nuove assunzioni e una soglia minima di 29 stabilizzazioni di colleghi a tempo determinato), tramite cui sarà possibile far fronte ad alcuni interventi in uscita dettati principalmente dagli ultimi processi riorganizzativi come Progetto Fellini, creazione delle DR e incorporazione di CA Carispezia nella Capogruppo.

In particolare, ad 11 colleghi che avevano già aderito al Fondo 2017 nella ex-banca Carim, sarà consentito, su base volontaria e così come da previsioni dell’accordo, di poter anticipare la finestra di accesso dal 1 dicembre al 1 settembre 2019 (presentando domanda entro il 5 agosto) e dal 1 marzo 2023 al 1 dicembre 2019 (presentando domanda entro il 4 ottobre).

Con adesione volontaria ed incentivata, i restanti 33 colleghi che avevano presentato domanda al Fondo di Gruppo nel 2016, potranno confermare la stessa entro il 13 settembre p.v., per accedere al Fondo di Solidarietà il 1 dicembre. Si tratta nello specifico di 12 persone in CA Friuladria, 7 in CAGS e 14 in CA Carispezia. Queste ultime vedranno anche salvaguardata la possibilità di ricevere il “bonus” sul Fondo Pensione definito dal recente accordo del 9 luglio.

Infine, per un massimo di 10 Dirigenti sarà possibile accedere volontariamente al Fondo di Solidarietà con finestre 1.12.2019, 1.12.2020 e 1.7.2021, presentando domanda almeno 2 mesi prima del termine previsto per l’uscita.

Complessivamente, si tratta di contenuti interventi a livello numerico che consentono a diversi colleghi di migliorare o beneficiare delle possibilità di uscita anticipate dal mondo del lavoro, e contemporaneamente favoriscono il ricambio generazionale, con una particolare attenzione all’occupazione giovanile. Inoltre l’inserimento di forze fresche, prevalentemente nella rete commerciale, rappresenterà una prima risposta alla profonda necessità di potenziamento dell’organico delle Filiali.

Parma, 18 luglio 2019

LE SEGRETERIE DEL GRUPPO BANCARIO CRÉDIT AGRICOLE ITALIA
Fabi – First/Cisl – Fisac/Cgil – Uilca – Unisin


scarica l’Accordo Fondo di Solidarietà

Back to top button