Unicredit: la copertura Kasko

La copertura “Kasko” per tutto il personale delle aziende del Gruppo UniCredit trae origine dall’Accordo sindacale 18 giugno 2002 per la realizzazione del “Progetto S3” che ha di fatto esteso a tutto il Gruppo le normative già esistenti presso alcune “banche federate”, in base alle quali erano previste particolari forme di copertura assicurativa o delibere aziendali che si facevano carico dei danni subiti dagli automezzi privati utilizzati dai Colleghi e dalle Colleghe per motivi di servizio.

La Polizza Kasko – Professionale (stipulata dall’azienda ed avente come beneficiario il Lavoratore/Lavoratrice interessato/a) non rappresenta un benefit per i dipendenti ma fornisce la copertura da un rischio del datore di lavoro e, quindi, deve considerarsi attinente alla sfera organizzativa dell’impresa. Il costo della polizza – a carico dell’azienda e deducibile dal reddito d’impresa – non costituisce pertanto retribuzione imponibile per il/la Collega, né dal punto di vista previdenziale né da quello fiscale. In ogni caso l’Azienda, pur avendo stipulato la polizza nell’interesse del proprio personale, rimane estranea al rapporto assicurato – assicuratore e, ancorché richiesta, si asterrà dall’intervenire direttamente per la composizione di eventuali contrasti fra dipendenti assicurati e Compagnia di Assicurazione.

La Polizza Kasko – ExtraProfessionale, rappresenta invece un’eventuale scelta volontaria in capo ai singoli Colleghi, e costituisce quindi una semplice “offerta assicurativa” messa a disposizione del personale; il costo della polizza è quindi a carico del singolo collega/della singola collega interessato/a alla sottoscrizione.

Modulo – Denuncia Sinistro

Back to top button