Crédit Agricole: nuovo piano industriale: presentati i primi interventi organizzativi

1 - Fabi 2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca Unisin nuovo logo

Gli interventi annunciati nell’incontro del 19 settembre u.s., che l’Azienda ha pianificato di attivare a partire dal mese di ottobre 2019, riguardano:

L’EVOLUZIONE DEL RUOLO DI ASSISTENTE ALLA CLIENTELA IN “GESTORE DI FILIALE”
Il progetto di riqualificazione professionale prevede un piano formativo che coinvolgerà progressivamente tutti i Gestori di Filiale del Gruppo (inizialmente circa 200 persone nel periodo ottobre/dicembre 2019).

L’Azienda ha dichiarato che la ridenominazione del ruolo non sarà accompagnata da variazioninei contenuti del regolamento di servizio che definiscono le mansioni dell’Assistente allaClientela, sottolineando che esso già prevede anche attività di relazione commerciale con laclientela. Quindi, secondo l’Azienda, il nuovo ruolo non determinerà un cambiamento radicale dimansioni, ma una differente focalizzazione sulle stesse.

L’obiettivo aziendale è quello di riallocare tempo lavorativo dalle attività transazionali edoperative (che rispetto a cinque anni fa sono diminuite di più di un terzo, anche in correlazione ad un maggiore utilizzo dei canali self e online da parte della clientela) verso attività relazionali (es. contatto telefonico per iniziative commerciali, recupero telefonate perse) e commerciali(riferite ad es. a prodotti da “banco”, prestiti Agos, prodotti ramo assicurativo danni, ecc.) anche attraverso un maggiore coinvolgimento nella gestione del c.d. “portafoglio di team”. L’accelerazione di tale scelta organizzativa, già delineata nel PMT 2019-20, è connessa – haspiegato l’Azienda – alla necessità di aumentare la forza commerciale per mantenere una redditività sostenibile, in uno scenario macroeconomico caratterizzato da tassi ai minimi storici e da previsioni di crescita contenuta del PIL.

IL PROGETTO DI CHIUSURA DEL SERVIZIO DI CASSA AL POMERIGGIO

Le filiali soggette alla rimodulazione dell’orario di sportello nel periodo estivo (solo la mattina)continueranno a mantenere il medesimo orario anche dopo il 30 settembre.
L’Azienda ha inoltre dato comunicazione di avere avviato un’analisi complessiva finalizzata adefinire quali altre filiali saranno coinvolte nel progetto di chiusura del servizio di cassa al pomeriggio, preannunciando che le numeriche saranno più cospicue di quelle del periodo estivo.

Tale decisione è connessa al trend dell’operatività transazionale in decrescita degli ultimi anni, al fatto che la stessa si concentra soprattutto nella fascia oraria del mattino ed al mutare del mercato concorrenziale che nel complesso è sempre più orientato verso la chiusura di cassa nella fase pomeridiana.

A regime circa il 70/80% delle filiali assumerà strutturalmente un orario di apertura di sportelloesclusivamente antimeridiano. A metà ottobre è previsto un ulteriore incontro in cui l’Aziendafornirà i relativi dettagli alle OO.SS.

LA TRASFORMAZIONE DI FILIALI IN AGENZIE PER TE/AGENZIE PER TE COMMERCIALI

Le filiali coinvolte saranno circa 300 (tra le quali una parte saranno trasformate da Agenzia PerTe ad Agenzia Per Te Commerciale), di cui 90/100 nell’ultimo trimestre del 2019, ad iniziaredalle seguenti:

DIREZIONE REGIONALE DESCRIZIONE FILIALE CODICE FILIALE TRASFORMAZIONE IN
PIACENZA-LOMBARDIASUD SEDE CREMONA 218 Agenzia Per Te
PIACENZA-LOMBARDIASUD CASTELL’ARQUATO 16 Agenzia Per Te
PIEMONTE SEDE TORINO 120 Agenzia Per Te
PIEMONTE RIVOLI 113 Agenzia Per Te
PIEMONTE VIGEVANO – AG.2 47 Agenzia Per Te
PIEMONTE TORINO – AG.2 125 Agenzia Per Te
PIEMONTE TORINO – AG.4 112 APT Commerciale
ROMAGNA RICCIONE – AG.1 448 Agenzia Per te
ROMAGNA RIMINI – AG.4 272 Agenzia Per te
ROMAGNA RIMINI – AG.5 280 APT Commerciale
ROMAGNA RIMINI – AG.11 801 APT Commerciale
ROMAGNA SEDE FORLI’ 339 Agenzia Per te
ROMAGNA RAVENNA – AG.1 900 Agenzia Per te
ROMAGNA FANO – AG.1 771 Agenzia Per te
CENTROSUD ROMA – AG.22 455 APT Commerciale
CENTROSUD ROMA – AG.25 137 APT Commerciale
CENTROSUD ROMA – AG.34 235 APT Commerciale
CENTROSUD ROMA – AG.36 618 APT Commerciale
CENTROSUD NAPOLI – AG.7 468 APT Commerciale
CENTROSUD NAPOLI – AG.15 538 APT Commerciale
CENTROSUD NAPOLI – AG.22 586 APT Commerciale
CENTROSUD NAPOLI – AG.27 596 APT Commerciale
CENTROSUD PIANO DI SORRENTO 552 Agenzia Per te
CENTROSUD CASTELLAMMARE ST. 517 Agenzia Per te
CENTROSUD POMPEI 555 Agenzia Per te
LOMBARDIA MELEGNANO 266 Agenzia Per te
PARMA -EMILIA EST MODENA –AG.1 91 Agenzia Per te
PARMA -EMILIA EST PARMA – AG.14 482 Agenzia Per te
TOSCANA VIAREGGIO 190 Agenzia Per te
TOSCANA PONTE A EGOLA 474 Agenzia Per te
TOSCANA LASTRA A SIGNA 94 Agenzia Per te
LIGURIA MARINA DI CARRARA 502 APT Commerciale
LIGURIA GENOVA MARASSI 142 APT Commerciale
FRIULIVENEZIAGIULIA PORDENONE – V.TREVISO 33 APT Commerciale
FRIULIVENEZIAGIULIA SACILE 7 Agenzia Per te
FRIULIVENEZIAGIULIA PORDENONE – V.S.GIUL. 38 APT Commerciale
FRIULIVENEZIAGIULIA UDINE – V. LEOPARDI 402 APT Commerciale
VENETO PADOVA – V. ASPETTI 307 APT Commerciale
VENETO PADOVA – V. LIVORNO 182 APT Commerciale
VENETO ADRIA 302 Agenzia Per te
VENETO TREVISO – CAIROLI 18 Agenzia Per te
VENETO TREVISO – REPUBBLICA 187 APT Commerciale

L’Azienda ha dichiarato che entro la fine del 2021 il numero complessivo delle filiali cashlessdovrebbe raggiungere circa quota 600.

LA VALORIZZAZIONE DELLA GESTIONE DEL RISPARMIO E DELLA BANCA D’IMPRESA

La prima fase (da settembre a fine anno corrente) sarà caratterizzata dalla nomina di circa 80Gestori Premium, a livello di Gruppo. Ciò, secondo quanto affermato dall’Azienda, comporteràopportunità di sviluppo professionale senza ripercussioni sulla mobilità territoriale. Il progetto, attualmente focalizzato sui Premium, sarà gradualmente esteso anche al settore della Bancad’Impresa.

Le OO.SS. hanno chiesto l’apertura della procedura di confronto con L’Azienda prevista dalCCNL per verificare gli impatti sul personale derivanti dal progetto di riqualificazione professionale degli Assistenti alla Clientela in Gestori di Filiale.
Sono molti gli aspetti da approfondire. Se da un lato va preso atto del cambiamento deicomportamenti della clientela in riferimento all’operatività di sportello per effetto dell’utilizzo della strumentazione self e online, va altresì tenuto conto che le scelte gestionali dell’ultimotriennio hanno determinato una rilevante riduzione della forza lavoro adibita al ruolo di Assistente alla Clientela.

Le OO.SS. sottolineano che il numero delle operazioni medie effettuate non può essereinterpretato asetticamente (il rischio è quello di giungere all’errata conclusione della “media del pollo”) ma va necessariamente sottoposto ad una lettura contestualizzata alle differenti realtà, eche tale dato non dovrebbe essere valutato come elemento preminente per effettuare scelte organizzative che possono impattare in modo rilevante sulle persone (non solo sugli AC) se si intendono perseguire politiche di sviluppo sostenibile nella gestione delle risorse umane.

Oltre all’operatività di cassa permangono altre attività amministrative, come ad esempio ilcontrollo degli assegni, la sistemazione delle partite sospese, la spunta e la sistemazione delle operazioni dei totem, il carico degli ATM, ecc., che richiedono tempo e attenzione.
Un aspetto cruciale è senza dubbio quello della formazione.

L’Azienda ha delineato un programma che consiste in 60 ore formative online per quanto concerne la consulenza e la vendita dei prodotti (compresa la formazione IVASS), e in duegiornate d’aula dedicate al change management ed alla metodologia commerciale, con l’obiettivo iniziale di completare la formazione per 200 Gestori di Filiale entro il 2019.

Ad avviso delle scriventi, vista l’importanza degli argomenti e le ripercussioni che potrebberoverificarsi per una eventuale non idonea assimilazione degli stessi, è assolutamente necessario che siano poste in essere consone misure e metodiche per garantire una formazione adeguata. Per quanto attiene il progetto della chiusura di cassa pomeridiana, per effettuare considerazioni precise, sarà necessario disporre dei dettagli, che come annunciato saranno presentatidall’Azienda entro qualche settimana.

Durante l’incontro di oggi le OO.SS. hanno chiesto alla rappresentanza datoriale chiarimenti eaggiornamenti su ulteriori tematiche.
Dai colleghi sono giunte alle OO.SS. segnalazioni riguardanti inviti ad adottare unamodalità di fruizione dell’Easy Learning non conforme all’accordo che ne regola ilfunzionamento.

In sostanza si chiede di fruirla in filiale, ossia di fatto si invita ad “aggirare” l’accordo, che comenoto contempla la fruizione da casa o da hub, con riconoscimento della prestazione lavorativa.L’Azienda ha affermato che l’accordo deve essere rispettato: il riscontro di comportamenti che deliberatamente violano l’accordo non saranno tollerati.

Sempre dai colleghi stanno ultimamente giungendo notizie che farebbero pensare ad un“restringimento” nella concessione dello Smart Working, in quanto autorizzato per una sola giornata settimanale (sulle due possibili), o negato senza spiegarne i motivi. A tal propositol’Azienda ha replicato confermandone l’importanza e che non sussiste la volontà didepotenziarlo, dichiarando di rimanere a disposizione per fornire eventuali informazioni di dettaglio su strutture o situazioni specifiche.

Per quanto riguarda il futuro lavorativo delle persone assunte a tempo determinato con contratto in scadenza al 30/9, ed anche per gli “stagionali”, le valutazioni aziendali sono almomento in corso.

Colleghi ex Carispezia: il processo di risposta alle richieste di flessibilità è in fase di elaborazione, mentre per quanto attiene alla questione dei Vice Responsabili di Filiale l’Azienda ha ricordato che l’abilitazione e la nomina sono subordinate al superamento dell’apposito test.

Le OO.SS. hanno inoltre espresso forte disappunto relativamente ad alcuni contenuti dell’invitoricevuto da molti colleghi a partecipare all’indagine di clima aziendale, laddove nel sollecitare la

compilazione del questionario si utilizzano slogan del tipo “vietato lamentarsi”, “atteggiamento positivo”, “l’atteggiamento è tutto”. Posto che non sussistono obblighi contrattuali alla compilazione di questionari di clima e che la scelta rimane libera, anche il buon senso suggerirebbe di evitare sovrapposizioni alla già chiara comunicazione istituzionale rivolta a tutti i dipendenti con iniziative personali ad alto rischio di essere confuse con messaggi veicolantil’esortazione ad adottare un approccio “telecomandato”.

Parma, 25 settembre 2019

LE SEGRETERIE DEL GRUPPO BANCARIO CRÉDIT AGRICOLE ITALIA Fabi – First Cisl – Fisac Cgil – Uilca – Unisin

Back to top button