CA: troppo freddo in ufficio?

L’arrivo dell’inverno ha riproposto, come lo scorso anno, il problema del riscaldamento in molti ambienti di lavoro del Gruppo, e in molte agenzie e uffici il rischio di ritrovarsi a lavorare al freddo è concreto. Si tratta in molti casi di impianti datati o inaffidabili o anche del funzionamento dell’impianto di riscaldamento funzionale al rilevamento delle temperature medie interne agli open space piuttosto che, come prevede il DPR 74/2013, della misurazione delle medie ponderate delle temperature nei singoli ambienti riscaldati.

Ricercata, purtroppo inutilmente, la disponibilità delle funzioni aziendali preposte a sanare il grande disagio denunciato da molti dipendenti che si ritrovano a lavorare al freddo, riteniamo di dover fare questo ulteriore ultimo richiamo all’azienda.

Proprio in previsione di questi casi particolari, la legge va incontro al lavoratore consentendogli l’astensione dal lavoro senza vedere neanche un euro sottratto dal loro stipendio. Questo discorso vale nel caso in cui l’ambiente lavorativo risulti molto freddo (ma anche se, al contrario, fosse troppo caldo).

L’articolo 2087 del Codice civile, infatti, impone al datore di lavoro l’obbligo di tutelare salute e integrità fisica e morale del proprio dipendente adottando “ tutte le misure che, secondo la particolarità del lavoro, l’esperienza e la tecnica“ si rendono necessarie a garantirle.

Il T.U. 81/2008 sulla salute e sicurezza del lavoratore obbliga il datore di lavoro a valutare tutti i rischi per la salute e per la sicurezza del lavoratore che possono derivare dall’esposizione ad agenti fisici quali, ad esempio, un rumore eccessivo oppure le condizioni climatiche.

Nella redazione del Documento di Valutazione dei Rischi il datore è quindi obbligato a tenere in considerazione anche il clima sul luogo di lavoro.

La legge non stabilisce a priori e in maniera rigida quali siano le temperature ammesse in ufficio tuttavia un decreto del 2008 chiarisce che “la temperatura nei locali di lavoro deve essere adeguata all’organismo umano”.

Siamo fiduciosi che un Gruppo che dichiara attenzione e Rispetto per i propri dipendenti si dimostri sensibile anche alle temperature…

Parma, 30 dicembre 2019

2019.12.18 LETTERA TEMPERATURE FILIALI

Photo by zcopley