Deutsche Bank: misure di tutela dal Coronavirus


MISURE DI TUTELA DAL CORONAVIRUS

In merito alla emergenza sanitaria legata alla diffusione del virus Covid19, ci stiamo relazionando con la Banca sin da venerdì scorso ed informiamo che abbiamo appena ultimato una riunione ristretta con i vertici del personale per analizzare la situazione.

Allo stato, come già comunicato dall’azienda, non risultano dipendenti di DB in Italia contagiati dal virus, mentre sono 5 i colleghi residenti negli 11 Comuni a rischio (per i quali sono state emanate ordinanze specifiche). Va ricordato che Db non ha sportelli all’interno della “zona rossa”.

Per chiunque risieda nelle zone considerate a rischio ( Comuni di Codogno, Castiglione d’Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano in Lombardia e Vo’ Euganeo in Veneto), e per eventuali nuove aree individuate nel prossimo futuro, l’indicazione delle Autorità è come noto di rimanere a casa ed evitare il più possibile aggregazioni e contatti sociali. Inoltre, per tali comuni, il Governo ha emesso un decreto legge che impedisce di entrare o uscire, sospendendo tutte le attività lavorative e scolastiche.

FORNITORI E CONSULENTI ESTERNI:

sono stati già contattati dalla DB per verificare che anche da parte loro ci sia pieno rispetto delle ordinanze.

COLLEGHI IMMUNODEPRESSI:

abbiamo rimarcato all’azienda la necessità di affrontare con la dovuta attenzione i casi di colleghi in questa particolare condizione di salute.

ATTIVITA’ DA REMOTO:

abbiamo chiesto a DB di estendere al massimo, ove possibile, l’utilizzo di tale modalità di lavoro, anche su altre piazze rispetto a Milano e a favore di coloro che oggi non ne beneficiano. La banca ha confermato la sua disponibilità precisando che sta già lavorando all’ipotesi per  intervenire inizialmente  sullo smart working attualmente già concesso per un giorno a settimana, estendendolo a tutti i 5 giorni lavorativi,  e successivamente valutando ulteriori ampliamenti ad altre strutture.

CORSI DI FORMAZIONE:

al momento, i corsi di formazione su Milano sono stati sospesi, mentre la partecipazione dei corsi in calendario sulle altre piazze è ancora in fase di valutazione.

MISSIONI:

al momento le missioni da e per Milano sono sospese. Abbiamo inoltre sottolineato la necessità di ridurre al minimo gli spostamenti del Personale anche in relazione a sostituzioni od altre necessità operative non strettamente necessarie.

NORME DI IGIENE:

abbiamo richiesto alla Banca la dotazione di erogatori di disinfettanti e, se del caso, mascherine protettive per i colleghi allo sportello.

 CHIUSURA DELLE SCUOLE:

alla luce dei provvedimenti di alcune Regioni in tal senso, abbiamo chiesto alla Banca la massima disponibilità a concedere ferie ai genitori che si trovino in oggettiva difficoltà.

Al termine della riunione, abbiamo convenuto di tenere aperto un tavolo di confronto permanente tra Azienda, Organizzazioni Sindacali, Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza e il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione.

Vi terremo costantemente aggiornati sugli sviluppi.

 

Milano, 24 febbraio 2020

 

Le Segreterie di Coordinamento in Deutsche Bank
FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UILCA – UNISIN

Back to top button